Dopo lo sceicco Pallotta pensa allo stadio

di Redazione, @forzaroma

(Il Tempo – A.Serafini) Una parte della squadra ha comunque deciso di cenare insieme dopo il successo con il Napoli, fermandosi in un noto locale brasiliano nel quartiere Parioli: Pjanic, Benatia, Florenzi e un nutrito gruppetto della colonia verdeoro hanno brindato all’ottavo successo gustando la specialità di casa del churrasco.

 

 

Tappa fissa anche per la dirigenza capitanata dal presidente Pallotta, che accompagnato dall’amico e collaboratore Zecca si è intrattenuto dopo la gara nel solito ristorante a Ponte Milvio. Al tavolo in cui erano presenti anche il dg Baldissoni e altri membri della società a cui non è riuscito ad unirsi Maradona, che dopo aver ringraziato la Roma per l’invito all’Olimpico, ha preferito cenare vicino al suo hotel a Villa Borghese.

 

 

Pallotta lascerà la capitale martedì facendo rotta nuovamente sugli States, qualche ora prima che la squadra riprenderà la settimana di preparazione in vista del prossimo impegno con l’Udinese. Garcia ha voluto premiare il gruppo con un giorno di riposo in più, stracciando nello spogliatoio il foglio che indicava lunedì come giorno fissato della ripresa. A Trigoria il lavoro intanto proseguirà su altri fonti. Il numero uno romanista, dopo l’incontro d’affari con lo sceicco Hamed Bin Ahmed Al-Hamed andato in scena venerdì nella vip lounge dello scalo di Ciampino, ne ha approfittato per seguire da vicino gli sviluppi legati al presente giallorosso, a partire dallo stadio, prima di concedersi una cena a Trastevere. La breve sosta romana autorizza a pensare che nei prossimi giorni difficilmente ci saranno novità, nonostante il progetto del nuovo impianto sia ormai pronto per essere presentato.

 

 

Dal quartier generale giallorosso assicurano che i tempi prestabiliti non subiranno ulteriori ritardi: un primo passo fondamentale per il club, aspettando il nuovo socio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy