Cori e striscioni, ultrà contro il club

A Trigoria, per assistere alla partita di Youth League, in più di mille con striscioni, bandiere e fumogeni, come avevano promesso. E una scritta che recitava: «Pallotta, hungry for money»

di Redazione, @forzaroma

Si sono presentati in oltre un migliaio al campo «Di Bartolomei». Con tanto di striscioni, bandiere e fumogeni, come avevano promesso. I sostenitori della Curva Sud, quelli che allo stadio Olimpico, in serata, non sono entrati per l’ormai celebre protesta legata alla divisione delle curve e alle decisioni del prefetto Gabrielli e della Questura, si sono dati appuntamento in occasione della gara della Roma Primavera in Youth League contro il Bate Borisov. Tifo in piena regola per i tanti che sono entrati – la capienza del «Di Bartolomei» è limitata a 600 posti -, sostegno ai ragazzi in campo, ma anche tanti i cori contro il presidente Pallotta, lo stesso Gabrielli e il dg della Roma Mauro Baldissoni.

Fuori dall’impianto in cui giocavano i ragazzi di De Rossi è stato anche esposto uno striscione che recitava: «Pallotta, hungry for money». Una mezz’ora di tifo costante e ininterrotto, poi la decisione di abbandonare il campo in favore dei tanti che erano rimasti fuori: «Adesso usciamo senza accettare provocazioni, compatti e tranquilli», le parole di un ultras che incitava i suoi a proseguire questa protesta con i giusti comportamenti, quelli tenuti fin da quando la protesta è cominciata lo scorso agosto. «Ci sono famiglie fuori con i bambini che non vengono fatte entrare, noi usciamo – ha spiegato un altro rappresentante dei supporter più accesi della squadra capitolina – e facciamo entrare loro. Noi rimarremo a fare il tifo fuori».

E così è stato. La colonna dei tifosi romanisti è uscita dall’impianto cantando «Questa curva non si divide» ed è rimasta fuori dai cancelli del «Bernardini» a incitare la squadra e a tenere vivi i propri ideali, sostenendo e supportando i colori giallorossi pur senza piegarsi – secondo il loro modo di vedere – alle ingiuste imposizioni volute dal prefetto. La protesta, civile in ogni sua manifestazione, non ha intenzione di cessare, la Curva Sud dello stadio Olimpico continua a rimanere vuota. La Roma non ha i suoi tifosi, la Primavera sì.

(F.Schito)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy