Conte punge il francese: “Non è come me”

di finconsadmin

(Il Tempo  –  F. Schito) – Gongola Antonio Conte dopo la netta vittoria contro la Roma: «Il fatto che si siano vinte così tante partite viene fatto passare per una cosa quasi normale, è questo che ci spinge a voler migliorare sempre. La Roma è un avversario temibile, ha grande qualità e ha fatto investimenti importanti. Se oggi la Juventus non avesse preparato la partita nel modo giusto sarebbero stati dolori, invece siamo stati perfetti». Una Juve tatticamente diversa: «Quando si affrontano squadre forti devi cercare di rendere i loro lati forti il più deboli possibile – prosegue il tecnico bianconero –senza perdere le proprie caratteristiche offensive».

 

Conte rimane con i piedi per terra: «Finché non raggiungeremo il traguardo la mia soddisfazione sarà moderata. Ora dobbiamo evitare il pericolo più grande: questi otto punti di vantaggio non devono imborghesirci». Non manca poi una frecciatina dello juventino: «Garcia come me? Non dimenticate che la mia Juventus ha vinto due scudetti e due Supercoppe».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy