C’è Martial. Via Gervinho poi Doumbia

Sabatini ha rallentato la trattativa ad un passo dalla possibile conclusione, il club di Abu Dhabi però non cambierà l’offerta, pronta a defilarsi in caso di un ulteriore ritardo

di Redazione, @forzaroma

La Roma tira la corda, Gervinho aspetta. Nella giornata di oggi i giallorossi decideranno se accettare l’offerta da 13 milioni degli arabi dell’Al Jazira, che da qualche giorno hanno raggiunto l’accordo economico con il ragazzo (quadriennale da 4,5 milioni netti più premi a stagione).

Sabatini ha rallentato la trattativa ad un passo dalla possibile conclusione, il club di Abu Dhabi però non cambierà l’offerta, pronta a defilarsi in caso di un ulteriore ritardo. Possibile quindi che la fumata bianca arrivi già in serata: l’operazione, che permetterebbe a Sabatini di registrare un’altra plus valenza, è stata avallata ieri anche da Rudi Garcia, convinto più che altro di togliersi uno dei problemi ‘gestionali’ all’interno dello spogliatoio. Dopo Gervinho, sarà il turno di Doumbia. Sabatini ha ricevuto offerte da Cina, Russia (non dal Cska), dall’Olympiacos in Grecia (rifiutata) e dal West Ham in Inghilterra, lavorando sulla cessione dell’attaccante con la formula del prestito con diritto obbligatorio del riscatto. Il viaggio europeo (segnalato in Francia) di Sabatini ha registrato un sondaggio per Martial, talento francese classe ’95 del Monaco. In Bosnia scrivono: il portiere Begovic sarà presto a Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy