Caos e file. Il club chiede chiarimenti

Caos e file. Il club chiede chiarimenti

Una parte dei tifosi della Curva Sud ha perso i primi 15 minuti di partita a causa dei controlli certosini ai tornelli

di Redazione, @forzaroma
La Molisana nuovo premium partner dell'AS Roma Nella foto: Mauro Baldissoni

Un problema c’è stato e la Roma vuole vederci chiaro, ma venirne a capo non sarà semplice: una parte dei tifosi della Curva Sud si è lamentata con la società per i controlli certosini ai tornelli dell’Olimpico, costati i primi 15 minuti di partita, e Baldissoni tramite la tv ufficiale del club ha fatto sapere di aver chiesto spiegazioni alla Questura per questo strano ritardo. Gli ultras si sentono presi di mira, la versione degli addetti alla sicurezza è diversa: verificare se gli striscioni sono stati o meno autorizzati richiede tempo e di recente è stata alzata l’attenzione nel“body check” per evitare l’ingresso di bombe carta, come riporta il quotidiano Il Tempo di oggi.

“Ci sono state – ha detto Baldissoni – perquisizioni individuali molto approfondite, qualcosa di piuttosto discutibile. Se non c’è necessità non si deve andare otre, anche nell’attività di contrasto. Se c’è intenzione di rovinare lo spettacolo con comportamenti violenti, siamo i primi ad essere duri nello stigmatizzare queste eventualità, ma che addirittura non si riesca ad entrare in tempo per vedere la partita… Abbiamo chiesto chiarimenti alla Questura”. La questione sarà risolta internamente per garantire una fruizione dello spettacolo migliore già dalla prossima partita con il Milan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy