Attenti alla rimonta del Napoli

La squadra di Sarri ha scavalcato la Roma, che stasera affronterà la Fiorentina: il cammino interno dei giallorossi è sicuramente confortante, ma i violi sono avversari pericolosi

di Redazione, @forzaroma

Con due giorni di ritardo, si chiude una giornata di campionato trascinata fin troppo, sino ad aprire una settimana che dedica ancora molto spazio ai recuperi, per mettere riparo ai troppi spostamenti di data, non tutti giustificabili con le esigenze della giornata. Anche perché ci si mette di mezzo l’anticipo concesso al Napoli in prospettiva della visita al Real Madrid, un po’ spaventato dalla macchina da gol dei prossimi rivali, guidata da un Dries Mertens che si sta ritagliando uno spazio importante anche al di fuori dei nostri confini. Per la Roma un compito non facile, nella rincorsa alla riconquista del secondo posto, che proprio la vena dell’attacco napoletano le ha sottratto. Vero che il cammino interno dei giallorossi è sicuramente confortante, come testimoniano le vittorie in serie raccolte sul terreno amico. Ma è anche vero che la Fiorentina ha mostrato più volte di poter essere una rivale pericolosa, anche se Kalinic non ci sarà.

Spalletti, che lancia appelli significativi perché la sua squadra abbia finalmente un impianto di proprietà, è alle prese con problemi di formazione non indifferenti, con il mancato ritorno di Salah dalla Coppa d’Africa e l’infortunio di Perotti. Del resto, per quanto riguarda il fuoriclasse egiziano, meglio una pausa per smaltire la delusione, rispetto a un’euforia che avrebbe rischiato di mettere la sua società a rischio di altri imbarazzi, come quelli suscitati a suo tempo da Gervinho, dedito ad altre operazioni, sicuramente più piacevoli, ma meno produttive per la squadra di appartenenza.

(G. Giubilo)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy