Andreazzoli: ?Rifarei le stesse scelte?

di finconsadmin

(Il Tempo – A.Serafini) Una delusione cos? forte, da rendere amara anche la cioccolata.?O almeno quella che trover? oggi Andreazzoli sulla sua tavola pasquale.Il tecnico romanista esce infatti dal Barbera con un percorso positivo infranto e pi? di qualche coccio da raccogliere. L’atteggiamento iniziale dei suoi ragazzi e quella panchina traboccante di scelte pesano come un macigno al triplice fischio di Calvarese. Il tecnico incassa le critiche senza colpo ferire, anche se l’evidenza non riesce a cancellare quella ?colpa? di aver affrontato il fanalino di coda rosanero con un approccio troppo guardingo, fatto da tanta sostanza e poca qualit?. ?Tornassi indietro rifarei le stesse scelte, non vedo perch? avremmo dovuto cambiare – ha replicato a caldo Andreazzoli – visto che con il Parma abbiamo vinto con la stessa formazione eccetto Marquinhos. E poi il Palermo aveva lo stesso assetto e le stesse prerogative?.

Ma il motore della sua Roma gira a vuoto almeno per un tempo, quando la vetta della montagna ? troppo lontana da raggiungere per chi ? rimasto pi? di 45 minuti al campo base. ?Alla fine il Palermo ha meritato, siamo stati noi a non sfruttare le 5 palle gol che ci sono capitate nella prima frazione di gioco, ma questo non toglie il giudizio dalla prestazione finale. Non eravamo quelli delle ultime partite giocate?.

Cos? come i vari interpreti in campo, a partire proprio da quello che nel post Zeman, non riesce ancora a trovare una giusta collocazione tattica in campo: ?Lamela? Ha giocato sempre largo, lo ricordo cos? anche con il precedente allenatore. Lui pu? fare sempre la differenza, anche se parte da pi? lontano. Ma ? quella la sua posizione, che poi il giocatore predilige di pi??.

Nonostante l’enorme divergenza tecnica delle due squadre, il monito lanciato in settimana dal tecnico di dover affrontare il Palermo con lo spirito di dover fronteggiare la capolista, ? caduto mestamente nel vuoto. E la difesa del gruppo vacilla per la prima volta di fronte al risultato: ?La mancanza di equilibrio vista oggi mi ha molto infastidito, siamo stati pi? disordinati del solito. ? stato sicuramente un passo indietro?. Il discorso poi, scivola inesorabilmente sulla classifica e sull’ennesima occasione persa in uno dei tanti momenti cruciali della stagione. E la barriera difensiva si rialza: ?Noi non l’abbiamo mai considerato il terzo posto. Siamo legati al fatto di fare bene di domenica in domenica. Oggi non ci ? riuscito, ma ho chiesto ai miei ragazzi di dimenticare in fretta, anche perch? la prossima gara sar? i derby, una gara sentita e importante per il nostro futuro, che vogliamo disputare al meglio?.

I biancocelesti vincono nel finale all’Olimpico con il Catania e l’umore di casa giallorossa cambia in fretta, anche perch? l’avvicinamento alla stracittadina assume contorni ancora pi? delicati. E Andreazzoli, che la capitale la conosce bene, non pu? far altro che cercare di tenere alto un morale ormai falcidiato da un’altalena continua di risultati: ?Ovviamente avrei preferito cambiare le parti, per? questo non significa che c’? stato poco impegno o che il nostro sguardo fosse gi? rivolto altrove. Sarebbe stato meglio arrivarci con una vittoria, per? ora non dobbiamo abbatterci, anzi non vediamo l’ora di poterci rifare. Il nostro rimedio unico sar? quello di vincerlo. Auguri a tutti?. Anche se dopo i precedenti trascorsi, la voglia di festeggiare sembra essere passata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy