Alta marea giallorossa

di Redazione, @forzaroma

(Il Tempo – M.De Santis) Non sarà solo una caldissima notte di mezza estate come tante, ma qualcosa di più. Ci saranno sogni, non proprio di shakespeariana memoria, speranze, presentazioni, baci e abbracci. Troppo per poter appiccicare addosso a questo Roma-Aris Salonicco l’etichetta di semplice amichevole di presentazione da calcio d’agosto. Molto meglio, invece, catalogare la serata dell’Olimpico come una festa dell’orgoglio romanista a una settimana da quando il gioco si farà serio e duro.

 

L’estate , in fondo, ha risvegliato di colpo i sogni di gloria e le velleità della gente giallorossa. Grazie al ritorno a Trigoria del sempre amato Zeman, agli arrivi in pompa magna di due oggetti dei desideri di mezza serie A come Destro e Balzaretti, agli acquisti dichiaratamente mirati di Bradley, Castan e Piris, agli innesti di giovani alla Dodò, Tachtsidis e Marquinhos che promettono meraviglie nel futuro e anche nell’immediato, all’immobilismo e ai guai sul mercato di una buona parte della concorrenza e la ripresa delle ostilità dialettiche con la Juve. Ora più che mai c’è voglia di Roma. Come dimostra una prevendita andata a gonfie vele: quasi 27mila i biglietti staccati fino a ieri sera e le proiezioni odierne che danno per superabilissima quota 30 mila (per i ritardatari è consigliabile acquistare i tagliandi nelle ricevitorie sparse per la città piuttosto che nell’unico punto vendita nei pressi dello stadio, aperto dalle 16, mentre per chi preferirà la tv ci sarà la diretta su Roma Channel).

 

Tutta un’altra musica, numericamente parlando, rispetto a quella suonata ai botteghini della Lazio per le amichevoli con Getafe e Malmoe. C’è voglia di Roma, ma ce n’è anche tanta di fare festa. Una festa di fine estate (calcistica). Magari riuscendo a chiudere la stagione dei test con un invidiabile percorso netto da nove vittorie su altrettante partite.

 

Per la terza Roma boema di sempre il battesimo non sarà solo un rodaggio in vista del Catania, ma anche un appuntamento romantico. Destro, Balzaretti e Piris, ovvero coloro che sono arrivati dopo l’Open day dello scorso 19 luglio, si rifaranno con gli interessi del tempo perso: prima del riscaldamento si concederanno un giro sotto la Sud per prendersi il saluto del popolo romanista con tanto di foto ricordo. Con loro, nella passerella di presentazione, ci sarà un compagno d’eccezione: Daniele De Rossi, assente all’Open Day e pronto a prendersi un’ovazione che arriverà fino alle orecchie di Roberto Mancini e ai suoi sceicchi. La festa romanista non finirà stasera all’Olimpico, ma è destinata a continuare anche domani su internet. Non sarà, infatti, un lunedì qualsiasi, ma un «Super Monday»: dalle 12 la Roma, attraverso il proprio sito, metterà in vendita i biglietti per ogni singola gara interna del campionato e chi li acquisterà godrà di un 30% di sconto sul merchandising.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy