Zappacosta, via agli esami

L’arrivo dal Chelsea e la lunga inattività: il terzino si gioca tutto per restare a Trigoria

di Redazione, @forzaroma

Davide Zappacosta si gioca il suo futuro nella Roma nelle prossime 12 partite di campionato incui è chiamato a dare il massimo per conquistarsi la fiducia di Fonseca e strappare un altro anno di prestito nella Capitale, scrive Gianluca Lengua su Il Messaggero.

Il terzino è reduce dalla rottura del legamento crociato anteriore durante un allenamento a Trigoria a inizio ottobre, da quel giorno sia per il percorso di riabilitazione che per lo stop del campionato causa Coronavirus, non è più tornato in campo: in gialorosso, fino a ora, ha messo insieme solo dodici minuti, prima giornata di campionato contro il Genoa.

La situazione del suo prestito dal Chelsea sarà da valutare assieme ai Blues pronti a lasciarlo nella Capitale per altri 12 mesi, ma a patto che venga sottoscritto un contratto con l’obbligo di riscatto legato alle presenze.

Da quando la squadra è tornata ad allenarsi, Zappacosta è il calciatore che ha dato i migliori risultati durante i testi fisici, il tecnico lo ha sempre inserito tra i titolari durante le partitelle e la concorrenza sulla destra non è così agguerrita.

Resta fermo ai box, invece, Lorenzo Pellegrini a causa di un problema muscolare: tecnico e staff medico stanno gestendo l’infortunio, ma nessuno vuole rischiare di peggiorare la situazione, per questo potrebbe è in dubbio la sua presenza il 24 giugno.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy