Zappa-costa niente

Via Santon, arriva in prestito il terzino del Chelsea. Fazio rinnova, il tecnico ora aspetta un altro centrale. Rugani viene visto come l’occasione last minute ma Petrachi tiene d’occhio i difensori del Torino

di Redazione, @forzaroma

Petrachi prende Zappacosta. Un’operazione che garantisce a Fonseca un doppio rinforzo: in difesa, visto che l’ex granata si alternerà con Florenzi nel ruolo di terzino. Ma anche in avanti. Le prove d’inizio ritiro non erano casuali: quando il tecnico lo riterrà opportuno, il capitano giallorosso verrà avanzato nei tre trequartisti dietro Dzeko. C’era stata e c’è ancora (almeno in teoria, con l’arrivo di Sanchez) la possibilità di prendere Politano, scivolato nelle gerarchie di Conte a secondo attaccante di scorta.

“Mi mancava l’Italia“. Zappacosta è sbarcato in serata a Fiumicino (oggi visite mediche a Villa Stuart). Con lui la Roma è dunque convinta di aver risolto due problemi: il terzino destro e l’esterno alto a sinistra. Il gioco delle coppie in avanti, vede ora Zaniolo e Under a destra, Perotti e Kluivert a sinistra (più il jolly Florenzi), con il ragazzo di Massa pronto all’occorrenza a slittare al centro dove si alternerà con Pellegrini. Perché l’idea di Fonseca, quando Veretout darà garanzie sul suo impiego, è quella in mediana di affiancare al francese Cristante e alzare Lorenzo. Situazioni tattiche sulle quali il tecnico è pronto a lavorare nella prima sosta del campionato.

Adesso per chiudere il cerchio – al netto di un altro attaccante nel caso di addio di Schick (Lipsia in pressing) – manca il difensore centrale. A Torino continuano ad accostare Rugani e non è escluso che alla fine il prescelto possa essere proprio lo juventino. Forse ‘prescelto’ è il termine sbagliato. Petrachi aveva infatti altri obiettivi (Alderwereild, Nkoulou e Lyanco) ma le dinamiche di mercato, almeno per ora, non hanno aperto spiragli su questi versanti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy