Zaniolo, l’intervista da giovane vecchio: “Io come Totti? La trovo una forzatura”

Zaniolo, l’intervista da giovane vecchio: “Io come Totti? La trovo una forzatura”

Il giovane centrocampista sogna di vincere un Mondiale: “Parlavo con De Rossi delle emozioni vissute e mi è venuta la pelle d’oca. Spero di riuscirci anch’io”

di Redazione, @forzaroma

L’incipit dell’intervista è esaustivo: “È sulla bocca di tutti ma in pochi lo conoscono bene”. Per questo motivo, come riporta Stefano Carina su Il Messaggero, ieri la Roma ha deciso di dar voce a Zaniolo. Sguardo da uomo, sorriso che tradisce ancora un pizzico di timidezza, il papà come punto di riferimento (“Da piccolo lo andavo a vedere quando giocava. Anche qui, alla Cisco Roma, mi emozionavo quando segnava un gol”), Nicolò prima ammette il debole per Kakà (“È sempre stato il mio idolo”) per poi confessare quello che tutti i tifosi giallorossi volevano sentire: “Restare qui per tutta la carriera? Alla fine giocando in squadra con De Rossi e Florenzi, o vedendo a quello che ha fatto Totti, capisci quanto si possa essere attaccati a squadra e tifosi”.

Bravo e maturo a dribblare i paragoni con Totti (“È davvero una forzatura. Sono onorato anche solo dell’accostamento, ma io ancora non ho fatto niente”), a 19 anni sogna di vincere il Mondiale: “Parlavo con De Rossi delle emozioni vissute e mi è venuta la pelle d’oca. Spero di riuscirci anch’io”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy