Veretout senza riserva, non esce mai

Veretout senza riserva, non esce mai

Dall’esordio ad oggi il francese è alla 14esima gara di filo giocata per intero

di Redazione, @forzaroma

Non si ferma più. Con quella di oggi, per Veretout si profila la quattordicesima gara consecutiva giocata per intero, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

Novanta minuti più recuperi, tutti d’un fiato per la diciottesima volta in stagione. Schierato per la prima volta contro il Sassuolo (15 settembre) non è più uscito, impiegato in corsa soltanto contro il Basaksehir all’Olimpico (19 minuti) e il Wolfsberger in Austria (9). Sono cambiati i partner (Cristante, Pellegrini, Diawara) non lui. Strappi offensivi (ricordate Bologna?) e coperture difensive per ripagare la fiducia di Fonseca che sa come il francese possa garantire allo stesso tempo quantità – dodicesimo in campionato per chilometri percorsi in media (11.138) – e qualità: trentanovesimo in serie A per passaggi chiave (6), 88,4 % di passaggi riusciti, 71,6% quella nei passaggi lunghi. Non è certamente il regista alla Pizarro, il classico metronomo davanti alla difesa per intenderci ma Veretout sa comunque far girare il pallone.

Unico neo, forse, è che con il tiro che possiede calcia poco in porta. Appena 7 le conclusioni, 3 nello specchio della porta e un gol all’attivo. Contrasti, inserimenti e recuperi completano il bagaglio tecnico di un calciatore che non ruba l’occhio ma al quale Fonseca non rinuncia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy