Veretout, la Roma accelera

Veretout, la Roma accelera

Giallorossi in vantaggio sul Milan, Fonseca ha dato l’ok convinto di poter utilizzare il francese in più ruoli

di Redazione, @forzaroma
veretout

Aspettando di capire i margini di manovra su Alderweireld e Almendra (per il quale il Boca tiene duro e chiede il pagamento della clausola rescissoria di 27 milioni, ritenuta per ora eccessiva a Trigoria), Petrachi è pronto a stringere per Veretout, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

La Fiorentina (che ha abbassato le pretese da 25 a 22 milioni) ha incontrato il Milan per poi veder slittato l’appuntamento con la Roma alla prossima settimana. I rossoneri, dopo aver tolto Biglia dalla trattativa, hanno alzato l’offerta da 15 a 18 milioni. Non sono ancora sufficienti. Petrachi, partito per Lecce (rientrerà nella capitale dopo il weekend), sa di essere in vantaggio. Sia come offerta economica (disposto ad arrivare a 20 milioni) che inserendo eventualmente Defrel, questa sì una contropartita tecnica gradita alla Fiorentina. Fonseca ha dato l’ok convinto di poter utilizzare il francese in più ruoli. E il ds salentino intende accontentarlo.

Per Alderweireld, mentre le attenzioni nelle ultime ore si sono spostate su Baldini che incontrava il Tottenham, Petrachi giovedì ha ricevuto i rappresentanti del calciatore nella Capitale. Ci si è confrontati, sono state ascoltate le richieste del difensore e l’appuntamento è stato rimandato a quando (e se) la Roma riceverà il via libera del club inglese. Dopo l’ok di massima del centrale, ora arriva la parte più difficile: trattare con gli Spurs. Esiste una clausola rescissoria, valida sino al 25 luglio, di 28 milioni. La Roma vuole abbassarla più o meno alla metà, considerando l’età (30) di Alderweireld. Non facile.

Capitolo Mancini: a Trigoria accelereranno soltanto se l’Atalanta (appuntamento lunedì) accetterà le condizioni giallorosse (prestito iniziale, meglio se biennale, pagamento pluriennale e valutazione sui 20 milioni, rispetto ai 30 richiesti inizialmente). Offerto nei giorni scorsi da un intermediario il giamaicano Bailey, già accostato nella passata estate. Ipotesi scartata visti i costi dell’esterno e la difficoltà d’inserire come contropartita Schick.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy