Una vittoria inno alla gioia ma anche al rimpianto

La Juventus ha dimostrato nel corso del campionato di essere più forte, ma non così inarrivabile come è sembrato fino a ieri notte

di Redazione, @forzaroma

La Roma si regala una serata Magica, per certi versi indimenticabile. La vittoria è di quelle pesanti, che fanno rumore. La squadra di Spalletti, in un colpo solo, ha riagguantato di prepotenza il secondo posto, rimandato lo scudetto della Juventus e soprattutto gli ha impedito di festeggiare il titolo all’Olimpico. C’è tanto altro però nella vibrante ed entusiasmante vittoria giallorossa, a cominciare dagli ultimi, quasi commoventi, minuti di Francesco Totti.

Il successo di ieri notte ha tanti sapori, intensi e dolci, ma anche un pizzico di amaro in fondo. Vedere giocare la Roma con tale grinta, determinazione ed esuberanza fisica ha fatto venire il rimpianto per le occasioni che sono state perse. La Juventus ha dimostrato nel corso del campionato di essere più forte, ma non così inarrivabile come è sembrato fino a ieri notte. Gli stimoli erano tanti, ma non puoi tirare fuori certe qualità se non le hai dentro.

La gara vinta contro la Juventus deve poter essere l’inizio di un ciclo nuovo, quello dove, oltre alla tecnica che alla squadra non è mai mancata, si mettono in campo l’ agonismo e la forza mentale. Doti da sempre invidiate agli avversari sconfitti proprio ieri notte. Anche la Roma dunque, se vuole, può essere cinica e rabbiosa, deve farlo con continuità. Il successo contro il Milan e la vittoria contro la Juventus, sono state due grandi risposte, da squadra vera, a un Napoli arrembante che forse si immaginava un altro finale. Ora al secondo è solo mancano solo due tappe.

(M.Caputi)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy