Un uomo da solo contro la bufera

Di Francesco ha affrontato i problemi, nonostante le difficoltà oggettive e la scarsa collaborazione del gruppo dirigente

di Redazione, @forzaroma

Non sarebbe una sorpresa se questa sera all’Olimpico il pubblico giallorosso facesse sentire la sua voce su quanto sta succedendo nella Roma. Su quello che si è visto e anche su ciò che si può ragionevolmente immaginare.

Soprattutto dovremmo far sentire a Dzeko, se giocherà , la nostra riconoscenza. È la prima volta che la squadra torna in casa, dopo la sconfitta con l’Atalanta, che ha generato i primi interrogativi seri. Quel Radja punito in tribuna in modo incomprensibile, salvo poi sapere dai giornali che esisteva dietro le quinte una trattativa rapida con i cinesi.

Se fosse andata in porto, non l’avremmo visto più in maglia giallorossa, ma è fallita e in poche ore siamo passati alla cessione di Emerson e Dzeko.

Anche in una settimana difficile abbiamo avuto i nostri eroi, romanisti che meritano il sostegno sincero. Il primo si chiama Eusebio Di Francesco: ha affrontato la bufera da solo, nonostante le difficoltà oggettive e la scarsa collaborazione del gruppo dirigente. E’ piaciuta la sua fermezza su Dzeko: finché è nostro, gioca lui. E il nostro centravanti, uno dei più forti visti in maglia giallorossa, non è stato da meno. Pensavano di spostarlo come un pacco, tanto si sa che Chelsea, Conte e Londra attirano chiunque. E invece il bomber, bambino sotto le bombe a Sarajevo, ha mostrato carattere d’acciaio. Quanti dirigenti fasulli dovrebbero lucidargli gli scarpini e baciargli i gomiti.

(P.Liguori/CURVA SUD)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. luis2_516 - 3 anni fa

    P.Liguori: penso che questo sia l’articolo più folle che abbia mai letto.
    Ed è anche pericoloso. E’ una calamita per coloro che non aspettano altro che un solo inesistente motivo per dare sfogo alla propria rabbia …esistenziale. Complimenti !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy