Tutti in Florida nel villaggio della Disney. Capodanno tra allenamenti e marketing

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero – F.Pompetti)  Ieri mattina il cielo era sereno e la temperatura a 27 gradi. A Capodanno c’è invece il rischio che il termometro scenda di un grado, e che il cielo sia turbato da qualche nuvola. Zeman e i giallorossi stanno cercando di adattarsi al meglio a questo insolito Natale con panettone e Coca Cola che li ha portati a riprendere gli allenamenti sotto il sole della Florida, nel cuore dell’industria dell’entertainment.

Tappa obbligata, dopo l’accordo che il patron americano Mark Pannes ha firmato lo scorso marzo, e che lega la squadra alla Espn Wide World of Sports Showcase, nel cuore del villaggio di Disney. La Roma ha dato il suo nome al programma calcistico del centro sportivo, che è un parco di quasi cento ettari, dove vengono ad allenarsi a fasi alterne le squadre di società sportive del calibro degli Oralndo Magic (basket), degli Atlanta Braves(baseball), e dei Buccaneers di Tampa (football americano). Tra un’apparizione e l’altra dei grandi campioni, un’armata di giovani atleti prende il loro posto sul green: 630 squadre per il solo calcio giovanile l’anno scorso, provenienti da 37 stati americani e cinque continenti, e coinvolti in 350 tra tornei ed eventi spettacolari.

 

 

E poi ci sono i semplici turisti che vengono a Orlando per visitare il parco di divertimenti: quasi 17 milioni quest’anno nonostante la crisi: non c’è un palcoscenico migliore negli Usa per lanciare le ambizioni di marketing dei nuovi proprietari, e per verificare la popolarità già acquisita in terra americana da Totti e De Rossi, Osvaldo e Lamela. A partire da ieri e per i prossimi quattro giorni i giocatori potranno essere osservati da vicino nelle due sedute di allenamento che Zeman condurrà sui campi dell’ Espn center, e poi accostati in sala privata (a pagamento) per una sessione di autografi. Un programma tutto sommato leggero, adatto al clima promozionale che la spedizione riveste, e che sarà culminato da un incontro amichevole con la squadra locale dell’Orlando City, una formazione di terza divisione. Biglietti esauriti nel piccolo stadio dove si svolgerà la partita mercoledì prossimo, appena prima dell’imbarco sul volo che riporterà i giocatori in Italia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy