Trattativa con Friedkin, la prossima settimana Pallotta aspetta una risposta

Trattativa con Friedkin, la prossima settimana Pallotta aspetta una risposta

La valutazione del pacchetto di maggioranza è di 750 milioni, compresi gli 80 spesi per lo stadio

di Redazione, @forzaroma

Mentre Friedkin è negli Usa e l’advisor JP Morgan insieme allo Studio Chiomenti porta avanti la due diligence per suo conto, alcune private equity (tra queste, Permira, Blackstone, Kkr, Carlyle) continuano a prendere informazioni sul dossier-Roma, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

Da Trigoria trapela come questa settimana va considerata di inevitabile stand-by. Qualche novità potrebbe arrivare nella prossima. La valutazione del pacchetto di maggioranza è di 750 milioni, compresi gli 80 spesi per lo stadio. Pallotta, intenzionato a restare socio di minoranza, aspetta la prossima mossa di Friedkin.

Nel frattempo, il settimanale keniano “Jamuri” (nell’edizione 26 novembre-2 dicembre) s’è occupato proprio del Tycoon Usa. La Roma in questo caso non c’entra nulla. Secondo il media africano, Dan Friedkin avrebbe (condizionale quantomai d’obbligo) problemi con il fisco in Tanzania.  Utilizzando conti offshore, le sue società sarebbero accusate di assumere personale straniero per eludere le tasse. Il che si collegherebbe ad una seconda insinuazione: verrebbe esercitata una discriminazione salariale tra lavoratori stranieri e quelli locali. I primi riceverebbero soltanto una piccola somma di denaro in loco mentre il restante verrebbe depositato nei loro conti aperti all’estero. Una mossa volta a eludere il fisco, visto che questo reddito sarebbe poi esente da imposte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy