Totti, la paura è passata nessuna lesione

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero – M.Ferretti) La paura è passata. Ma a conferma che Francesco Totti fosse davvero preoccupato per quel dolore alla caviglia c’è da registrare la presenza al suo fianco, ieri mattina a Villa Stuart, della moglie Ilary, assai poco disposta al sorriso prima della rassicurante visita del prof. Mariani.

 

Accanto al capitano pure Silio Musa, il suo terapista di fiducia, e Vito Scala. Situazione? Infiammazione ai tendini peronei della gamba sinistra e, soprattutto, nessun problema alla placca di titanio applicata nel febbraio di sei anni fa, dopo il gravissimo infortunio riportato durante Roma-Empoli. Quindi? Quindi un paio di giorni di riposo, cure e domani nuovo controllo da Mariani.

 

Ecco perché Totti non è tornato a Irdning: il suo lavoro in Austria si è concluso martedì mattina.
T-shirt bianca e bermuda grigio-verdi, Francesco è arrivato a Villa Stuart intorno alle ore 11. Ad attenderlo il prof. Pier Paolo Mariani e la dott.ssa Silvana Giannini. È stato prima visitato da Mariani poi si è sottoposto ad una speciale ecografia quindi, risultati del controllo alla mano, è tornato da Mariani. (…)

 

Ecco, allora, il comunicato di Trigoria. «In mattinata il calciatore Francesco Totti è stato visitato dal prof. Pier Paolo Mariani per il persistere della sintomatologia dolorosa alla gamba sinistra sottoposta a intervento nel 2006, che il giocatore riferiva da alcuni giorni e che tuttavia non gli ha impedito di effettuare tutta la preparazione atletica. Il controllo clinico e strumentale non ha evidenziato lesioni, ma una leggera patologia infiammatoria di alcuni tendini. Pertanto, in accordo con lo staff medico e tecnico, osserverà due giorni di terapie fisiche e ginniche presso il centro sportivo di Trigoria, per poi sottoporsi nuovamente ad un controllo clinico prima di riprendere la normale attività».

 
Come detto, Francesco sarà di nuovo sul lettino di Mariani nella giornata di domani: ieri pomeriggio, subito dopo aver lasciato la clinica a Monte Mario, si è recato al Bernardini dove, sotto il controllo di Musa, si è sottoposto ad una seduta di fisioterapia (oggi il bis). Il tutto per ridurre l’infiammazione ai tendini della gamba sinistra, per dare di nuovo la possibilità al capitano di tornare ad allenarsi normalmente e, soprattutto, a calciare. Questo perché Totti anche a Irdning, come accaduto a Brunico, nonostante quel dolore alla caviglia non ha mai saltato una seduta di lavoro atletico, solo che ad un certo punto non ce l’ha più fatta a reggere il passo con l’addestramento tecnico, cioè quando si è trattato di prendere a calci il pallone. (…)

 
Allarme rientrato, insomma. Ma è chiaro che in futuro, per tutta una serie di motivi, la situazione della gamba sinistra di Totti verrà monitorata con attenzione al di là del controllo di domani. Al momento, però, la presenza di Totti per l’inizio del campionato, 26 agosto contro il Catania, non è in discussione. Anzi, se l’infiammazione regredirà in tempi brevi Francesco potrebbe essere a disposizione di Zdenek Zeman per l’amichevole di domenica 19 all’Olimpico contro l’Aris di Salonicco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy