Strootman e Pjanic non al top: oggi i controlli

di finconsadmin

(Il Messaggero) Una mediana non al meglio. Per carità, né Strootmam, tantomeno De Rossi o Pjanic mancheranno all’appuntamento con il Napoli. Quello che è certo, però, che prima della pausa i tre godessero di una condizione fisica migliore rispetto a quella che avranno venerdì, quando saranno chiamati a scendere in campo contro il Napoli.

 

 
KEVIN A RIPOSO
Il nazionale azzurro ha da poco recuperato dal problema fisico (affaticamento all’adduttore sinistro) che gli ha fatto saltare la convocazione per le gare con Danimarca e Armenia. In questi giorni si è allenato prima a parte, per poi riprendere a correre venerdì scorso e aggregarsi al gruppo l’altro ieri, seguito da Bradley fermo dal 7 settembre e da Totti. Capitolo Strootman: contro la Turchia è rimasto a guardare. Il colpo alla caviglia sinistra (la stessa della distorsione rimediata durante l’amichevole a Terni il 17 agosto che gli precluse poi il debutto a Livorno) ricevuto nella partita contro l’Ungheria, ha consigliato infatti all’ex Psv – proprio in previsione del match contro il Napoli – di non rischiare recuperi inutili. Anche perché la nazionale di Van Gaal, essendo già qualificata, per una volta ha potuto fare a meno di lui. A Trigoria non nutrono particolari preoccupazioni sull’olandese anche se poi potranno valutare la situazione solamente in giornata, quando il calciatore rientrerà nella capitale.

 

 

 

MIRALEM IN CAMPO
Quello che tiene invece un po’ più in ansia Garcia è Pjanic che a differenza di Strootman, ieri è partito titolare contro la Lituania. Nonostante le rassicurazioni del calciatore – «Ho un dolore al tendine del ginocchio ma non è nulla di grave» – conoscendo l’importanza che rivestiva la gara di ieri per la Bosnia in ottica Mondiali, il timore è che avrebbe giocato anche con una gamba soltanto. La speranza, dunque, è di non dover maledire la sosta con nazionali annesse.

S.C

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy