Salah solo in panchina ma si rivede la Formula 4

12° successo di fila in casa in questo campionato, sorpasso sul Napoli e ritorno al secondo posto. giornata positiva per la Roma

di Redazione, @forzaroma

Salah in tribuna? Le indiscrezioni della mattina così dicevano. La riposta definitiva è arrivata nel primo pomeriggio: Salah in ritiro con Luciano Spalletti. Portarlo in panchina, insomma, scelta corretta; di certo, non azzardata. Anche perché, e questo non deve essere assolutamente dimenticato, stiamo parlando di Salah, cioè uno degli attaccanti più forti della Serie A, non di un ragazzino della Primavera aggregato all’ultimo secondo alla prima squadra. E così, con l’egiziano a bordo campo, la Roma ha cominciato contro la Fiorentina la quarta partita feriale del suo campionato: alle spalle, le vittorie di mercoledì contro Crotone e Sassuolo, quella di lunedì contro il Milan e pure una di giovedì contro il Chievo, come riporta Ferretti su Il Messaggero.

Obiettivi chiari: 12° successo di fila in questo campionato all’Olimpico, sorpasso sul Napoli e ritorno al secondo posto. La giocata alla Totti di De Rossi e il gol alla Dzeko invogliano a pensare che la serata possa diventare divertente anche senza Salah. E nonostante un Peres capace di divorarsi l’impossibile… Roma avanti, viola alla ricerca del pareggio: terreno (tattico) ideale per uno scattista come Momo. Un’opportunità ancor più invitante dopo il raddoppio del Comandante Fazio. E che dire, allora, dopo il gol di Nainggolan? Niente. E dopo la doppietta di Edin (e sono 17 in Serie A, 24 in totale). La verità, a ben pensarci, è che Spalletti deve aver portato Salah in panchina forse solo per spaventare Paulo Sousa. Riuscendoci alla grande. Con la Roma capace di segnare di nuovo quattro reti come accadeva con facilità prima della partenza di Momo per la Coppa d’Africa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy