Sabatini: «Faremo acquisti di spessore»

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero – S.Carina) – Walter Sabatini torna a parlare e recupera quel pragmatismo che ha sempre caratterizzato il suo lavoro.

All’emittente radiofonica Rete Sport, traccia una linea che permette di definire con ancora più precisione, che tipo di mercato effettuerà la Roma in estate: «Dobbiamo puntare più sulla qualità che sul numero dei giocatori. Faremo due o tre acquisti di livello accertato, con curriculum, prestazioni già fornite e poi altri giovani. La necessità di integrare l’organico è evidente ma è ingeneroso dire chi sostituirei. Poi, è chiaro, ci saranno anche altri ragazzi, sulla scia di quanto fatto quest’anno».

Tra «i ragazzi» è in arrivo Dodò anche se il ds, preferisce glissare: «Ci sono alcuni giocatori che, anche se giovanissimi, possono imprimere un svolta. Vogliamo alzare la soglia del talento e della spettacolarità». Gli viene chiesto di Borriello: «Non c’è alcun obbligo di riscatto da parte della Juventus, così come per noi non c’è per Marquinho o Kjaer. Vediamo, siamo in una situazione interlocutoria». Onesto quando ricorda l’errore di non esser intervenuto nel mercato di gennaio: «Ho commesso un grave errore, serviva un centrale di difesa. Ho messo in difficoltà l’allenatore. Ma a parte Thiago Silva, i giocatori di grande livello in questo ruolo sono difficili da trovare e le squadre non se ne privano». Un po’ meno nel giudizio su Palacio: «Si sta affermando adesso, a 30 anni. Parliamo di un grande giocatore che non ha mai fatto tanti gol».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy