Roma verso il Siviglia con il buco in mezzo

Roma verso il Siviglia con il buco in mezzo

Fonseca a caccia della soluzione per il centrocampo, il vero problema per la sfida in Spagna: Villar e Mancini si giocano il posto di Veretout

di Redazione, @forzaroma

Non resta che il Siviglia. Con il campionato pronto domani a fermarsi (convocato un consiglio federale straordinario dal quale dovrà uscire una risposta univoca all’emergenza che vive il paese) la Roma si concentra sull’Europa League, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

Che rischia di diventare nel breve/lungo periodo l’unica competizione alla quale i giallorossi parteciperanno. Fonseca arriva alla sfida con una certezza in più (il ritorno di Diawara almeno nella lista dei convocati) e probabilmente una risorsa in meno.

Pellegrini, infatti, nonostante insista per giocare, non ha ancora ricevuto il semaforo verde da parte dello staff medico. A questo punto, la sua presenza appare improbabile.

Con Veretout squalificato per l’andata degli ottavi di finale di Europa League, bisognerà capire chi affiancherà Cristante in mediana. Villar, al netto degli elogi ricevuti per il suo debutto a Cagliari, ha disputato una gara senza acuti. Tra l’altro la scelta di Fonseca in terra sarda è stata dettata anche dalla squalifica di Mancini. Con il rientro dell’ex atalantino, però, tutto torna in ballo. Perché la miglior Roma della stagione, rimane probabilmente quella con il difensore in mediana a proteggere il reparto arretrato. Opzione che in vista di giovedì va tenuta in grande considerazione. A questo punto con Mancini a centrocampo, Fazio sarebbe confermato in coppia con Smalling in difesa. Da decidere poi il terzino destro: Peres è escluso dalla lista Uefa. La scelta è ristretta a Santon e Spinazzola. A sinistra, complice anche la pausa che gli ha permesso di recuperare dalle 4 gare di fila disputate, spazio a Kolarov.

In attacco, sono tre su quattro quelli certi di partire dal primo minuto: Dzeko, Mkhitaryan e Kluivert. Rimane quindi una maglia da assegnare: a contendersela Under e Perez. Lo spagnolo è partito titolare nelle due gare dei sedicesimi di finale contro il Gent. In gol e probabilmente il migliore all’andata, opaca e anonima la sua prestazione al ritorno. Il turco, invece, contro il Cagliari ha disputato una delle sue migliori partite stagionali. Il ballottaggio è aperto. Da oggi, con la ripresa degli allenamenti a Trigoria, se ne saprà qualcosa in più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy