Roma-USA, tutto non va gettato

Roma-USA, tutto non va gettato

La squadra torna in Italia dopo 18 giorni e tre amichevoli negli Stati Uniti: il progetto tattico di Di Francesco è ambizioso, ma la fase difensiva va rivista

di Redazione, @forzaroma

Dopo 18 giorni si è conclusa la tournée estiva della Roma negli Stati Uniti. Il bilancio delle tre gare disputate nell’International Champions Cup racconta di una squadra ancora vulnerabile in difesa (8 gol subiti) contro formazioni di alto calibro (oltre al Real Madrid la Roma si è confrontata con Tottenham e Barcellona), come scrive Gianluca Lengua su Il Messaggero.

Un problema che ha lasciato diversi interrogativi nella testa Di Francesco, anche se le partite sono arrivate in piena preparazione atletica: i due nuovi portieri Mirante e Olsen (quest’ultimo arrivato quasi a fine tournèe) non sembrano ancora integrati; Marcano è sembrato in difficoltà contro il Real, più convincente invece nelle precedente apparizioni; Santon fatica a migliorare; Karsdorp si è visto poco o nulla. Di Francesco, inizialmente, era rimasto soddisfatto dal reparto difensivo, ma dagli Usa il tecnico torna con tanti dubbi.  O difetti si erano visti anche nella Champions League dello scorso anno: nonostante la cavalcata verso la semifinale, i giallorossi hanno incassato in totale 19 gol in 12 match, la media di 1,5 reti subite a partita.

Alcuni problemi Eusebio li ha riscontrati anche nel reparto offensivo: il centrocampo fa poco filtro e c’è un disperato bisogno della riserva di De Rossi, anche se Gonalons con il Real ha dato segnali di ripresa. L’uomo del pre campionato è senza dubbio Schick: è suo l’assist a Strootman per l’unica rete romanista contro il Real e in totale ha realizzato 5 gol nelle amichevoli (3 con il Latina, 1 con l’Avellino e Tottenham). Se nella stagione che sta per cominciare, Schick avrà continuità nelle prestazioni, Eusebio si troverà davanti a una scelta: da una parte il centravanti carismatico e protagonista dello scorso campionato, dall’altra un attaccante pagato 40 milioni su cui il club si aspetta in breve tempo un ritorno in termini di gol e prestazioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy