Roma, un flop di nome Garcia

Il francese, dopo il 6 a 1 del Nou Camp, si gioca il posto e in assoluto il futuro nelle prossime 5 gare

di Redazione, @forzaroma

La qualificazione è a un passo. Come riportato nell’edizione odierna de “Il Messaggero”, basta vincere il 9 dicembre contro il Bate all’Olimpico, per andare agli ottavi di Champions. Se l’obiettivo minimo, però, non sarà centrato, il ribaltone sarà l’unica via percorribile. Rischia, più degli altri, Garcia, il bersaglio più facile da colpire. Il francese, dopo il 6 a 1 del Nou Camp, si gioca il posto e in assoluto il futuro nelle prossime 5 gare (6 se si conta la sfida di Coppa Italia che dovrebbe essere in calendario a metà dicembre): in casa con l’Atalanta (domenica prossima), in trasferta con il Torino (sabato 5 dicembre), all’Olimpico con il Bate (mercoledì 9), al San Paolo con il Napoli (domenica 13) e ancora a Roma con il Genoa (domenica 20). Garcia ha dovuto chiarire al ds (a dicembre ne parlerà pure di persona con Pallotta che verrà nella capitale) come mai la Roma ha alzato il fazzoletto bianco prima di entrare in campo. In discussione più la preparazione della partita, contestata apertamente anche da Maicon e Florenzi, che la scelta degli interpreti.

(U. Trani)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy