Roma, siamo ai vecchi difetti

Due giorni al raduno, Fonseca con i soliti problemi: lo sfoltimento della rosa e un gruppo di giocatori in partenza

di Redazione, @forzaroma

La Roma si raduna giovedì. Trentacinque i calciatori attualmente sotto contratto ai quali è stata inviata la lettera di convocazione. Di questi, soltanto due saranno esentati dal presentarsi. Si tratta di Mirante e Schick. Gli altri 32 tra 48 ore si presenteranno al centro sportivo Fulvio Bernardini per sottoporsi ai tamponi. Il giorno dopo, tutti in campo (le visite mediche valgono quelle post lockdown), meno Pedro e Pastore che inizieranno la stagione in infermeria, scrive Stefano Carina su “Il Messaggero”.

Il mercato però è fermo, aspettando che qualche cessione alleggerisca il monte-ingaggi e scalfisca quei 100 milioni di plusvalenza che la Roma dovrà effettuare entro giugno 2021. Senza contare il nodo più importante da sciogliere (Dzeko) dal quale dipenderanno le strategie di mercato.

Trova conferma l’indiscrezione di qualche giorno fa che ha accostato Kokorin ai giallorossi. Nel tentativo di trovare una sistemazione in Russia a Pastore (Zenit), alla Roma è stato offerto l’attaccante classe 91. Discorso praticabile (come vice del centravanti titolare) soltanto riuscisse a svincolarsi dallo Spartak, con il quale ha firmato a inizio mese ma è già ai ferri corti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy