Roma, Pinto positivo. E’ allarme

Il manager portoghese di nuovo colpito dal Covid. Ieri a mezzanotte il resto della squadra si è sottoposta ad altri tamponi

di Redazione, @forzaroma

Paulo Fonseca parla di Crotone, poi del futuro, aspetta la vittoria e chiama i rinforzi, dettando le linee guida a Tiago Pinto. Lascia la conferenza stampa e aspetta la partenza per la Calabria. Poi, il mistero, scrive Alessandro Angeloni su Il Messaggero. Il tecnico non è sul charter della Roma. “Gastroenterite”, fanno sapere da Trigoria. Ma come, non parte per una gastroenterite? La Roma aspetta a comunicare altro, poi si parla di Covid. Fonseca ha il Covid? No. La questione è un’altra.

Il virus ce l’ha (ancora) Tiago Pinto, con il quale l’allenatore – e ieri i calciatori, con le dovute distanze – ha passato molte ore il giorno prima e a ridosso della partenza verso la Calabria. Il dirigente portoghese, che ha contratto il virus il 23 dicembre, aveva lasciato Lisbona l’altro ieri con un tampone rapido negativo (l’affidabilità dei tamponi… non sono scienza esatta), imbarcandosi su un volo (e i passeggeri?) per la Capitale. La Roma, per prassi, sottopone al test tutti i dipendenti, ed è toccato anche al neo arrivato. Primo test antigenico per Tiago, rapido: negativo. Secondo test, molecolare: positivo. Con carica bassa, che potrebbe anche aver rivelato residui del virus non più contagioso.

A quel punto, però, la Roma ha preferito stoppare Fonseca e aspettare di sottoporlo ad ulteriori test. Al primo (rapido), il tecnico è risultato negativo. Per il secondo, il molecolare, ha dovuto aspettare qualche ora in più. E in serata è arrivata la notizia della sua negatività (i risultati veri li vedremo ai prossimi test), quindi all’allenatore è stato concesso di raggiungere oggi (forse proprio con i Friedkin) stesso la squadra a Crotone. È chiaro che Pinto, invece, è rimasto nella Capitale, in attesa di smaltire definitivamente i residui di virus, sperando che il contatto con l’allenatore e con la squadra non produca, nei prossimi giorni, altre vittime. Ieri a mezzanotte il resto della squadra si è sottoposta ad altri tamponi: oggi sapremo se e quanti sono positivi (la lista entro le 11, la partita è alle 15). In questi casi c’è sempre il rischio che la gara venga posticipata o spostata, si attende l’esito degli ultimi test.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy