Roma, non solo il falso rigore

Il rigore del pari non c’è: Manolas prende la palla prima di sbilanciare Belotti. Ma non si può glissare sull’ennesima prova stonata e spenta dei giallorossi. Dopo il derby vinto, 2 punti in 3 partite

di Redazione, @forzaroma

La Roma si fa raggiungere sul più bello e a Torino finisce 1 a 1. Il colpo di sonno improvviso di Ruediger incide quanto la gaffe inammissibile dell’addizionale Fabbri che fa sbagliare l’arbitro Damato. Il rigore del pari non c’è: Manolas prende la palla prima di sbilanciare Belotti. Ma non si può glissare sull’ennesima prova stonata e spenta dei giallorossi. Dopo il derby vinto, 2 punti in 3 partite, con 2 gol su rigore e quello di ieri su tiro cross, per il deprimente 4° posto in classifica, con la Juve a 1 punto.

Garcia presenta la diciannovesima formazione diversa in 20 partite. Il francese –  scrive Ugo Trani su “Il Messaggero” – di questi tempi è confuso. Si capisce dalle scelte inziali: ripresenta Szczesny e Ruediger, escludendo De Sanctis e Castan. Ma soprattutto decide di far partire titolare Gervinho, anticipando il suo ritorno in campo dopo appena mezza settimana di lavoro con il gruppo. Ma l’ivoriano già a metà tempo si arrende: stesso muscolo della coscia destra. Valutazione, dunque, errata. La Roma chiude la prima parte senza mai calciare nello specchio della porta granata.

Dzeko riceve poca assistenza e deve arretrare per partecipare all’azione, anche perché il 3-5-2 del Torino è abbastanza compatto. L’attaccante spreca un cross di Florenzi, cercando l’appoggio per Pjanic e rinunciando a concludere. Nella ripresa ancora una conclusione fuori di testa e un gol pappato per il possibile 2 a 0 calciando addosso a Padelli. Nainggolan è di nuovo il più vivace ma i giallorossi sono troppo statici, in particolare con De Rossi e Pjanic. Mancano la velocità e il dinamismo nel 4-3-3 di Garcia.

Pjanic, 9° gol stagionale, segna su punizione senza nemmeno tirare in porta: Dzeko non arriva sul pallone e inganna Padelli. De Rossi regala palla a Moretti che lancia per il rigore dell’1 a 1. Maxi Lopez spiazza Szczesny: i giallorossi incassano il 34° gol stagionale in 20 partite (18° in 15 gare di campionato) e anche per questo hanno 7 punti in meno dell’anno scorso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy