Roma, la verità sulla Champions

Stasera la squadra di Spalletti è obbligata a guardare alla classifica e di conseguenza alla nuova stagione. lo spareggio con la Fiorentina dà il via alla lunga volata verso il traguardo

di Redazione, @forzaroma

Per pensare al Real Madrid c’è ancora tempo. Perché la Roma stasera, ospitando la Fiorentina, come evidenzia Ugo Trani su Il Messaggero, è obbligata a guardare alla classifica e di conseguenza alla nuova stagione.

L’obiettivo della società, come minimo,è  il terzo posto per giocare almeno i preliminari della prossima edizione dell’unico torneo continentale che genera e produce introiti.

Spalletti, pur riconoscendo i meriti del collega Paulo Sousa, ha giustamente ricordato la bontà del suo raccolto da quando è tornato a Trigoria. Perché, nelle ultime 8 partite, ha conquistato 19 dei 24 punti a disposizione, anche grazie alla striscia positiva iniziata il 30 gennaio.

La Roma e la Fiorentina, dopo l’ultimo turno di campionato, sono insieme al terzo posto. La vittoria dei giallorossi al Franchi, nella gara d’andata, rappresenta dunque l’unica differenza.

Il ballo (e il bello) delle terze nella notte dell’Olimpico ancora semivuoto: lo spareggio con la Fiorentina dà il via alla lunga volata verso il traguardo. La Roma riceverà in casa pure l’Inter quinta e il Napoli secondo. Ma, a prescindere dai 3 scontri diretti da giocare in casa, nelle prossime 11 giornate le avversarie saranno più quotate (affrontate, in 8 match, le ultime 5 della classifica). E, per partecipare alla Champions che verrà, conterà confermare la continuità di prestazioni e risultati che la gestione Spalletti ha fin qui garantito. La priorità, insomma, va al campionato. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy