Roma-Juve, lo sciopero dei tifosi

Fino a ieri c’era soltanto la Curva Sud: ora c’è la Curva Sud Centrale Destra e la Curva Sud Centrale Sinistra: ingressi separati e circa mille duecento posti in meno. I tifosi non ci stanno e decidono di rimanere in silenzio

di Redazione, @forzaroma

Son quasi 60mila gli spettatori attesi allo Stadio Olimpico per Roma-Juventus delle 18.00 di questo pomeriggio (1500 gli juventini). I cancelli verranno aperti alle 15.30, con ben due ore e mezzo di anticipo. L’obbiettivo è regolarizzare l’afflusso: tanto più alto il numero delle persone che prenderà posto in anticipo, tanto più basso il rischio di “contatti” e incidenti all’esterno dell’impianto. Ovviamente, però, di 30 agosto stare più di due ore sotto al sole è dura.

Come evidenzia questa mattina Il Messaggero, sarà un Roma-Juve diverso, senza i cori della Curva Sud. Il cuore del tifo giallorosso ha deciso di restare in silenzio per protesta contro la divisione del settore. Fino a ieri c’era soltanto la Curva Sud: ora c’è la Curva Sud Centrale Destra e la Curva Sud Centrale Sinistra: ingressi separati e circa mille duecento posti in meno. Ovviamente bisognerà vedere se tutti i sostenitori si adegueranno alla scelta del silenzio. Garcia ha lanciato un appello: «Ci serve il vostro sostegno».

Intanto l’aera dello stadio è sorvegliata da ben tre giorni. L’incontro inizia alle 18 e dovrebbe finire poco prima delle otto di sera. La fase successiva alla partita è quella ritenuta più a rischio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy