Roma, il senso di Zaniolo per il ruolo

Roma, il senso di Zaniolo per il ruolo

Con Fonseca il giovane ligure è scivolato nuovamente sulla fascia

di Redazione, @forzaroma

Come spesso accade, i problemi tra Zaniolo e Ranieri – inizialmente negati – sono emersi quando uno dei due già non c’era più, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

La conferma è arrivata puntuale a campionato concluso, grazie ad un’intervista rilasciata dalla mamma del calciatore a Rete Sport: “Un ragazzo come Nicolò ha bisogno anche di un allenatore psicologo. Di Francesco lo è stato. Con il nuovo tecnico questo è venuto meno. E poi gli ha cambiato ruolo…”.

Posizione in campo, atteggiamenti durante gli allenamenti e in partita che poco piacevano a Ranieri, la querelle contrattuale poi conclusasi soltanto a Ferragosto più qualche esclusione (come nell’ultima gara di campionato, non facendogli disputare nemmeno un minuto), a confermare un rapporto che non è mai decollato.

Sir Claudio su Zaniolo aveva le idee chiare: “Non è nel suo momento di forma migliore. Per me lui rende meglio da mezzala, non dietro la punta o da esterno. Poi magari esploderà e ci farà vedere altre cose, ma ora è più una mezzala”. Ruolo dove finora lo ha impiegato Mancini in Nazionale che però con Ranieri ha ricoperto soltanto una volta, nel successo per 2-0 contro la Juventus (12 maggio). Poi Zaniolo ha giocato proprio nelle posizioni dove l’ex Leicester pensava non rendesse al meglio: trequartista e esterno offensivo.

Ora Zaniolo ritrova Ranieri ma da avversario. Con l’arrivo di Fonseca qualcosa è cambiato nei rapporti (“Ha le idee chiare e soprattutto dice le cose in faccia“) non il ruolo. Perché inizialmente impiegato trequartista nel 4-2-3-1 (con Genoa e Lazio), Nicolò ha dovuto lasciare il posto a Pellegrini che per attitudine al ruolo, esperienza e ultimo passaggio ha sicuramente qualcosa in più. Zaniolo è così scivolato nuovamente sulla fascia e nemmeno in assenza di Lorenzo è stato ricollocato al centro dal tecnico.

A proposito del portoghese: giovedì sarà discusso l’appello per ridurre la squalifica (non è esclusa la sua presenza). A Trigoria prosegue la rizollatura dei campi al fine di prevenire nuovi infortuni. Per Genova torneranno a disposizione Florenzi, Perotti e forse Under. Oggi, visita di controllo per Dzeko.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy