Roma, Friedkin subito operativo

Dan è già in contatto con la Capitale per programmare la nuova stagione. Priorità al nuovo ds: in corsa anche Giuntoli e Berta. Riflessione su Fonseca

di Redazione, @forzaroma

Subito full immersion nel day after. Il management del presidente uscente Pallotta deve già guardare avanti. E preparare la stagione che verrà, aprendo il filo diretto con la proprietà entrante. Ecco la conference call con Houston per individuare gli step più urgenti, scrive Ugo Trani su Il Messaggero.

Il trait union è Mark Watts, presidente del Friedkin Group e braccio destro: è lui che ha gestito la ripartenza post Covid 19. E che, ad inizio febbraio, ha iniziato ad approfondire la conoscenza sul pianeta giallorosso, visitando la sede in viale Tolstoj all’Eur. Tocca al ceo Fienga interagire con lo staff del futuro proprietario. All’ordine del giorno le scadenze del club, a cominciare da quella per l’iscrizione al prossimo campionato: entro il 19 agosto, con il closing fissato per il 17, vanno presentate le garanzie sull’aumento di capitale, da completare entro fine dicembre, alla Coviso. In più vanno assegnati i ruoli operativi per programmare il lavoro quotidiano: la scelta del ds è la più urgente. A parte, invece, la questione allenatore. Non è la priorità, ma la posizione di Fonseca sarà comunque analizzata in questi giorni: la sua stagione è stata insufficiente. Fallito l’obiettivo minimo, il 4° posto, fuori ai quarti di Coppa Italia e agli ottavi di Europa League.

Se Fienga è il riferimento in questo periodo di transizione sia di Pallotta che di Friedkin per la continuità aziendale, il mercato è affidato a Giuffrida, il procuratore che ha accompagnato la proprietà Usa nella maggior parte delle trattative di questi 9 anni. E’ lui che cerca il nuovo ds, sondando varie posizioni. Spinge per Paratici della Juve che piace a Fienga e non è più in sintonia con Agnelli. E che però non vuole lasciare il club bianconero, tant’è vero che avrebbe rifiutato la proposta dello United. Pradè e Sabatini, usando canali diversi, hanno fatto sapere di essere pronti a tornare. Burdisso, proposto da Baldini che lo avrebbe usato come sponda in Italia, non è più in pole. Da non scartare Giuntoli del Napoli: in crisi il suo rapporto con De Laurentiis. L’outsider è Berta dell’Atletico Madrid, dove il presidente è pronto alla svolta. De Sanctis, prima di accettare l’Ascoli, aspetta di conoscere chi sarà il nuovo ds.

Fissato per il 5 ottobre, il consiglio d’amministrazione verrà anticipato. Ovviamente dopo il closing per il quale, al momento, è stata suggerita la sede di New York. Usciranno gli uomini di Pallotta, anche il vicepresidente Baldissoni che resterà come consulente per il progetto dello stadio di Tor di Valle, entreranno i fedelissimi di Friedkin: oltre al figlio Ryan, possibile nuovo presidente, Mark Watts con il suo vice Eric Williamson e Brian Walker.

Spazio anche a 2-3 romani del mondo dello spettacolo e finanziario. Confermati nell’organigramma Calvo, Zubiria e Longo.

Tra 20 giorni la Roma inizierà il ritiro precampionato e quindi il ribaltone in panchina è complicato. Ma la società giallorossa, anche per il percorso deludente nelle coppe, non è soddisfatta. Fonseca, dunque, è già sotto esame. Il principale suo rivale è Spalletti. E non solo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy