Roma, Fonseca balla contro il debuttante

Paulo tecnico esperto e in bilico, Pirlo è il nuovo che avanza: con la Juve sfida a rischio per il portoghese. Allegri è sullo sfondo

di Redazione, @forzaroma

Fonseca contro Pirlo, due mondi diversi, due storie diverse, una serata in comune, Roma-Juve, un tecnico in comune, Allegri. In comune? Sì, nel senso che Max è in orbita Roma (contatti avviati) in caso di flop immediato di Paulo e Max è stato allenatore di Andrea. La partita, Allegri, la guarderà con grande attenzione, scrive Alessandro Angeloni  su Il Messaggero.

Roma-Juve è il confronto tra due allenatori che vivono su dimensioni diverse,dormono su due cuscini diversi. Fonseca con un (buon)passato da allenatore (allo Skahktar), l’altro con un passato (straordinario) da giocatore, mentre da tecnico è praticamente un esordiente.

A Roma Fonseca è già in bilico: il suo 2020 è terribile: un campionato finito male e ora è cominciata allo stesso modo. Per Paulo è un continuo esame, domenica sera la prova del fuoco contro i campioni d’Italia del novizio Pirlo. Non è facile, specie se sullo sfondo c’è un tecnico come Allegri, che ammicca alla Roma e viceversa. In questo momento, il portoghese sembra sbagliare anche le dichiarazioni mentre il suo collega è quasi diventato un oratore.

Roma-Juve è un esame solo per Fonseca. Ha un unico dirigente comandante, Guido Fienga. I Friedkin sono sempre a Trigoria ma per adesso lavorano nell’ombra, cercando di sbollire la rabbia per la gaffe Diawara. Stanno lavorando su una inevitabile rivoluzione societaria. Come noto la Roma ha perso il vicepresidente Mauro Baldissoni, il responsabile commerciale Francesco Calvo sta per lasciare (domani inaugurerà un As Roma store a via Ottaviano).

Manca il ds, Morgan De Sanctis è incaricato a tempo, (aveva valutato di trasferirsi ad Ascoli, ora è meno convinto). Pantaleo Longo è dimissionario. Presto verrà nominato Ryan Friedkin vicepresidente (al posto di Baldissoni) e a cascata verranno ricoperte le altre cariche.

Fonseca intanto aspetta un difensore,magari esperto,magari Smalling. Ma per l’inglese serve un rilancio e al momento non è previsto. Alla Roma intanto è stato offerto Jean-Clair Todibo (‘99), dal Barcellona.Arriverebbe in prestito. Quindi operazione che si può concludere in poco tempo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy