Roma, esame superato con un 3

Roma, esame superato con un 3

Con il nuovo assetto della linea difensiva Fonseca ha ritrovato l’equilibrio: più efficacia in zona gol e maggior solidità dietro

di Redazione, @forzaroma

Esame superato. Al di là di un pareggio che riavvicina Napoli e Milan in classifica, la prova della Roma contro l’Inter di Conte regala a Fonseca qualche certezza in più, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

Questo è il modulo sul quale continuare a puntare sino al termine della stagione. Se poi diventerà la stella polare tattica anche per il prossimo anno, bisognerà deciderlo quanto prima, visto che orienterà anche le prossime scelte di mercato.

Nelle 5 gare disputate con il 3-4-2-1, la Roma ha all’attivo 10 reti (media 2 gol) e ne ha subite 6 (1,2). Di queste almeno un paio sono però dovute a gravissimi errori dei singoli (disimpegno sbagliato di Peres con il Verona, harakiri di Spinazzola contro l’Inter).  E ha messo in luce calciatori che, con il 4-2-3-1, non avevano mai visto il campo. Il riferimento è a Ibanez (out contro la Spal per un problema all’adduttore). Senza voler andar dietro a chi già vede nel brasiliano il futuro Aldair, va dato atto al ragazzo di non essersi scoraggiato alle prime difficoltà e a Fonseca di aver continuato a dargli fiducia nonostante nei primi 4 match disputati, il difensore avesse palesato ingenuità a ripetizione.

Un modulo, il 3-4-2-1, che permette inoltre ai due terzini Peres e Spinazzola di trovare nuova vita calcistica, a Kolarov di allungare la carriera, a Veretout di schermare la difesa ma di presentarsi anche in zona-gol e al tandem Dzeko-Mkhitaryan di divertire, divertendosi.

Unico neo, forse, è che per la mole di gioco profusa, la Roma dovrebbe segnare di più. Avendo accantonato le ali – che dal campo sono finite direttamente sul mercato (il riferimento è a Under, Kluivert e Perotti) – in vista dell’Europa League serve uno scatto in avanti. Nelle competizioni continentali è la qualità a fare la differenza. E in quest’ottica, Fonseca sta pensando ad un’altra novità, considerando che Veretout contro il Siviglia sarà squalificato.

Arretrare Pellegrini di qualche metro – regalando maggiore estro alla mediana – con Zaniolo insieme a Miki a supporto di Dzeko. Ci sono 4 gare per testarla, prima della sliding-door stagionale contro l’ex Monchi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy