Roma, è Dzeko il faro Champions

Roma, è Dzeko il faro Champions

Regista offensivo e bomber, sul bosniaco le speranze per riprendere il quarto posto. Contro il Cagliari dell’ex Nainggolan Fonseca rilancia Edin, oggi con la fascia

di Redazione, @forzaroma

Non può assentarsi un attimo, (con il Wolsfberger) che subito ecco che: la Roma è Dzekodipendente. Luogo comune, sì; verità, pure. Dzeko insostituibile. Un’etichetta che, come dicono a Torino, Edin si è guadagnata sul campo, scrive Alessandro Angeloni su “Il Messaggero”. E il campo chiama 186 presenze (oggi 187), 92 gol e 40 assist. Dzeko ha ritrovato il sorriso e nuove responsabilità: con l’addio di De Rossi e la promozione di Florenzi, è diventato vice capitano, oggi, per l’assenza di Ale, contro il Cagliari avrà i gradi. E il compito di guidare un attacco un po’ zoppicante, per le assenze di Under, Mkhitaryan, Perotti. Avrà Kluivert da una parte e Zaniolo dall’altra, alle sua spalle uno tra Veretout e Cristante. Ma lui è sempre lì, indispensabile come non mai.

Fonseca gli ha risparmiato, in queste otto partite i novanta minuti di Graz contro il Wolfsberger e 16 contro il Basaksehir. Il campionato è tutto d’un fiato: sempre in campo, dal primo all’ultimo minuto, dal Genoa al Lecce. In questo momento il suo vice Kalinic ha dimostrato di non essere ancora pronto a sostituirlo con più regolarità ed ecco che Edin si ritrova nella stessa situazione dello scorso anno, quando Schick non riusciva a crescere dietro a lui. Quindi, o Kalinc migliora o Edin sarà costretto a fare gli straordinari. Dzeko è diventato col passare degli anni un vero e proprio uomo squadra, quando era più giovane non aveva affinato questa caratteristica, era bomber freddo, “buono” per dirla alla Spalletti. Oggi è cattivo, rude, si è preso lo spogliatoio e la fiducia di tutti. La partita di giovedì ha detto quanto in questo momento la Roma non possa privarsi di Edin in nessun modo. Dzeko ha ripagato la fiducia e dopo l’estate turbolenta e a muso lungo, è partito in tromba: due gol in casa, con Genoa e Sassuolo, due contro Bologna e Lecce, questi ultimi decisivi per la vittoria. Punti Champions, come, Fonseca spera, dovranno arrivare oggi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy