Roma, due settimane per il nuovo tecnico

di finconsadmin

(Il Messaggero – U.Trani) Due settimane di attesa, sperando che siano sufficienti. I dirigenti giallorossi aspettano Massimiliano Allegri, il primo candidato (da ottobre) per la panchina giallorossa della prossima stagione. Tocca al tecnico del Milan, tentato e non poco dalla Roma, dare una risposta, anche perch? ? sotto contratto con il club rossonero ancora per un anno. La questione allenatore, dunque, resta di grande attualit? a Trigoria: ieri nuovo aggiornamento tra Baldini, Sabatini, Fenucci e Baldissoni per fare il punto della situazione. Il management di Pallotta sa che il rischio ? di ritrovarsi senza la prima scelta, cio? Allegri, e di conseguenza sono normali i colloqui con pi? interlocutori. Se non direttamente con i tecnici, con i loro manager.

 

GLI SCENARI
Proprio ieri Allegri, su input della societ? rossonera, ? stato duro con la squadra, in chiara flessione, con un richiamo alla concentrazione e all?impegno. Senza il piazzamento Champions, il divorzio ? scontato. Se il Milan sar? terzo, pu? essere il tecnico a chiamarsi fuori. Allegri punta al prolungamento del contratto. Berlusconi, per?, ? contrario e pensa a come sostiuirlo privilegiando i milanisti olandesi. Rijkaard, Seedorf e van Basten. O Donadoni, pure lui sondato da Sabatini. La Roma, dunque, sa che non pu? forzare la mano. Ma non rimane ferma e tiene calde anche le altre piste, privilegiando quelle italiane.

 

IDEA MAZZARRI
La distanza tra l?allenatore del Napoli e la Roma si pu? sintetizzare in 10 milioni netti: ? la cifra che De Laurentiis offre a Mazzarri per il nuovo triennale. Il presidente partenopeo sembra sicuro di avere il s?. C?? chi ? convinto che ci sia gi? riuscito. Non Sabatini che, contattando il suo manager Bozzo, spera ancora nel ribaltone. Perch? Mazzarri, in scadenza di contratto, non scarta l?opzione giallorossa. E la personalit? del tecnico di San Vincenzo piace tanto a Trigoria. Sabatini non risparmia certo sulle telefonate. Interpellati diversi tecnici italiani: oltre a Donadoni, Pioli, Di Francesco e Maran. All?estero Pellegrini del Malaga, ma la soluzione italiana ? la preferita.

 

AURELIO DELUSO
Ieri la ripresa degli allenamenti: prima di scendere in campo, riunione in sala video per vedere un filmato dell?Aic, alla presenza del presidente Tommasi. Andreazzoli, ancora arrabbiato per la prova di domenica, dovrebbe parlare oggi con i giocatori per contestargli l?esibizione, dal punto di vista caratteriale, contro il Pescara. Visita del manager Calenda a Sabatini: sempre in ballo l?adeguamento dell?ingaggio di Marquinhos. Il Barcellona chiama il difensore brasiliano che rinvia ogni discorso a fine stagione: ?Sto benissimo qui, ma ? chiaro che non si possono chiudere le porte…?. Pjanic ringrazia Andreazzoli: ?Ha riunito il gruppo, prima c?era un ambiente strano?. Zanzi e Winterling ospiti dell?ambasciatore del Giappone: per esportare il brand e promuovere iniziative (Disney a Tokyo e flussi turistici a Roma). La societ? multer? il tesserato Zeman per le dichiarazioni dei giorni scorsi: non sono piaciute al management.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy