Roma, bivio per la Champions

I giallorossi in casa dell’Inter per recuperare terreno dopo il pessimo dicembre e il quinto posto in classifica

di Redazione, @forzaroma

Finalmente c’è la partita. Che poi è l’unica cosa che conta per l’Inter e la Roma in questa fase cruciale della stagione, come evidenzia Ugo Trani su Il Messaggero. Le due squadre ci arrivano con una classifica insufficiente per la corsa scudetto. Nella notte di San Siro, ore 20,45, in palio per loro rimane solo la zona Champions. Dentro o fuori.

L’Inter è al 3° posto, con 3 punti in più della Roma che, all’inizio del 2018, è scivolata al 5°. Ma il rendimento di entrambe, uscite dalla Coppa Italia rispettivamente ai quarti e agli ottavi, è deludente da più di un mese.

Anche se Di Francesco, dal 10 dicembre, ha recuperato 2 punti a Spalletti, è messo peggio del collega, contro il quale è finito ko 4 volte su 4. E pensare che spesso i 2 tecnici vengono messi a confronto, tirando in ballo soprattutto il record di punti (87) del toscano che, nella stagione scorsa, si piazzò dietro alla Juve. Ma quella formazione, piazzatasi al 2° posto, non c’è più e ogni paragone diventa quindi fuori luogo. La differenza c’è, anche nel modo differente delle due proprietà, cinese e americana, nel rapportarsi con l’Uefa per rispettare i paletti imposti dal Financial Fair Play.

Spalletti conferma l’Inter migliore del momento per assistere Icardi, unico avversario capace di segnare, in questo torneo, 2 gol alla difesa della Roma. Di Francesco, invece, si presenta con qualche assenza pesante: oltre al convalescente Karsdorp, non ha potuto inserire nella lista dei 23 convocati nè PerottiGonalons che salteranno pure la gara di Genova. In più De Rossi non sta bene e forse è disponibile solo per la panchina. Senza regista, toccherebbe a Strootman prendere il posto del capitano. Nel tridente, se Florenzi resterà terzino destro, tornerà Gerson che non ha più giocato dall’inizio in campionato dal 10 dicembre, al Bentegodi contro il Chievo, e che è sceso in campo, nelle ultime 5 partite, solo in Coppa Italia, il 20 dicembre all’Olimpico contro il Torino. Sempre da titolare, ma da mezzala. E in corsa potrebbe scambiarsi la posizione con Nainggolan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy