Roma, bis di Zaniolo. Fuori altri sei mesi

Gli esami confermano i timori: c’è la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Probabile operazione negli States

di Redazione, @forzaroma

Il sorriso non c’è. Nicolò Zaniolo, t-shirt nera e bermuda beige, ha la visiera del berretto, appoggiata al contrario sulla chioma bionda. Perché non vuole nascondere l’espressione di chi è stritolato dalla rabbia, scrive Ugo Trani su Il Messaggero, quando scende dalla macchina a Villa Stuart per andare a scoprire quello che per la verità sa dal minuto 42′ di Olanda Italia: anche il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro è saltato, proprio come quello destro.

Intervento e stop di almeno 6 mesi. Il percorso di inizio 2020, dopo essere finito ko contro la Juve, il 12 gennaio, all’Olimpico. L’unica variante, il rinvio dell’operazione. Non stamattina nella clinica del professor Mariani, come annunciato inizialmente dalla Roma, ma tra qualche giorno. Il giocatore, confrontandosi con il procuratore e la famiglia e ricevendo l’ok dal club giallorosso, ha preso tempo. Riflessione in corso.

Potrebbe andare all’estero, come fece 23 mesi fa Calafiori su input di Raiola. Negli States, scegliendo l’equipe di Freddie H. Fu, originario di Hong Kong e specialista di medicina dello sport e chirurgia ortopedica. E’ il capo del Dipartimento dell’Università di Pittsburgh in Pennsylvania.

Fienga è stato a trovarlo nella sua casa al Torrino. Gli ha girato gli auguri di Friedkin che a ottobre potrebbe regalargli il nuovo contratto, migliorando l’ingaggio fino a quasi 3 milioni.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy