Rissa a Centocelle, sigilli al pub dei tifosi

Rissa a Centocelle, sigilli al pub dei tifosi

Nella notte del 30 marzo ci fu la scazzottata tra due gruppi della Curva Sud

di Redazione, @forzaroma

Dopo la maxi-rissa tra ultras arrivano i sigilli. Chiuso per cinque giorni dal questore di Roma l’Highlander, il pub di viale della Primavera, a Centocelle, dove la notte del 30 marzo era iniziata la scazzottata tra fratelli-coltelli della Curva Sud, ovvero il gruppo Roma più vicino a posizioni di destra, e i Fedayn storicamente attestati su posizioni di sinistra. Scazzottata sfociata tra cinghiate, mazze, catene e sedie volanti in scene da guerriglia in strada: una cinquantina i tifosi coinvolti che si sono, però, dileguati all’avvicinarsi delle sirene della polizia. A scatenare il putiferio vecchie ruggini e la querelle al derby per uno striscione contestato.

Gli agenti hanno anche accertato e sanzionato gravi violazioni amministrative attinenti al mancato rispetto delle condizioni di igiene e sicurezza. Il provvedimento disposto in base all’art. 100 del Tulps, il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza è scattato ieri mattina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy