Rebus ripartenza, soluzione playoff

Rebus ripartenza, soluzione playoff

La Figc, come da Dpcm, vieta eventi fino al 14 giugno. Gravina ripensa al cambio format: quattro squadre per lo scudetto e sei per la salvezza. Oggi il Cts decide sul nuovo protocollo

di Redazione, @forzaroma

La ripresa del campionato è fondamentale per il sistema ed è anche la carta vincente per le prossime elezioni, scrive Emiliano Bernardini su Il Messaggero.

I mandati dei presidenti federali sono infatti da rinnovare. E’ atteso oggi il responso del Cts sul nuovo documento: verrà chiesto alla Figc di specificare come hanno deciso di reperire i tamponi, la quarantena è l’altro grosso nodo.

L’obiettivo della Figc, che ieri ha adottato il provvedimento che vieta eventi fino al 14 giugno anche se nel comunicato è stato specificato “nelle more di un’ulteriore e auspicabile determinazione in argomento“, resta comunque ripartire il 13, ricominciare il 20 vorrebbe dire giocare ogni due giorni.

Non è un caso che si sia tornati a parlare di playoff e playout, idea che Gravina culla da tempo e che in futuro potrebbe entrare in pianta stabile. Quattro squadre per la lotta scudetto, sei per la retrocessione, poche gare e da giocare anche tutte al centro-sud.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy