Piris e Balzaretti in gruppo. Rosi e Heinze, niente Irdning

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero – A.Angeloni) La Roma ha ripreso ieri mattina gli allenamenti a Trigoria dopo i tre giorni di riposo concessi da Zeman al ritorno dal tour in Usa. Oltre a Destro e De Rossi, che si allenavano al Bernardini già da qualche tempo, Zeman ha avuto a disposizione i due neo arrivati Federico Balzaretti (…) e Ivàn Piris. La squadra partirà questa mattina per Irdning, dove il tecnico boemo avrà modo di completare la preparazione in vista dell’inizio del campionato.

Non faranno parte della lista dei 23 convocati (…), oltre ai vari Pizarro (il Milan ha chiesto informazioni), Borriello e Perrotta già depennati dalle amichevoli statunitensi, nemmeno Rosi, Heinze e José Angel. Dopo essere stati provati si è deciso che questi ultimi non faranno parte del progetto Zeman. Tre bocciati, quindi partenti. O «partendi». Rosi ha rifiutato il Parma e questo ha stoppato l’arrivo di Torosidis, bloccato ormai da tempo. Tra l’altro la squadra di Donadoni aspetterà ancora pochissimo, poi dirotterà su altri terzini. Heinze potrebbe invece andare al Bologna oppure, nuova opportunità, all’Olympiacos e in questo caso l’arrivo di Torosidis, attuale esterno basso della squadra greca, sarebbe una conseguenza naturale. José Angel potrebbe andare al Benfica. Al centro della difesa, depennato Heinze, restano a disposizione di Zeman Burdisso, Castan e Romagnoli. Quindi ne serve almeno un altro.

Bruno Uvini, classe ’91, centrale del San Paolo, piace molto al boemo. Ma non solo lui. Baldini ieri ha glissato sulla possibile partenza di Osvaldo. «Non è il momento parlarne, è il giorno di Destro», ha tagliato corto. Di fatto, l’interesse dell’Inter è concreto e se arriverà un’offerta interessante, la Roma la prenderà in considerazione.

La società ha fissato la data del ritorno negli States: dal 26 dicembre al 2 gennaio. Oggi a Trigoria, ore 15, assemblea degli azionisti.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy