Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Messaggero

Pinto, mani su Svilar. José disse: “È un fenomeno”

SETUBAL, PORTUGAL - JULY 10: SL Benfica goalkeeper Mile Svilar from Belgium during the Benfica v FK Napredak - Pre-Season Friendly match at Estadio do Bonfim on July 10, 2018 in Setubal, Portugal. (Photo by Carlos Rodrigues/Getty Images)

Figlio d’arte, suo padre Ratko è stato l’estremo difensore dell’Anversa e il secondo della nazionale jugoslava

Redazione

Porta aperta sul futuro. Mourinho e Pinto già lavorano per la prossima stagione e in quest’ottica hanno bloccato il terzo portiere del Benfica, classe 99′, Svilar, scrive Stefano Carina su Il Messaggero. Il serbo con cittadinanza belga (è nato ad Anversa) è in scadenza di contratto e non ha intenzione di rinnovare con la società lusitana. Figlio d’arte, suo padre Ratko è stato l’estremo difensore dell’Anversa e il secondo della nazionale jugoslava. Mile, invece, ha effettuato la trafila delle giovanili nell’Anderlecht senza mai esordire in prima squadra. Nel 2017 si è trasferito al Benfica debuttando in Coppa di Portogallo contro l’Olhanense. Quattro giorni dopo, viene confermato addirittura in Champions, proprio contro Mourinho che all’epoca allenava lo United. All’età di 18 anni e 52 giorni, batte così il record di Casillas come portiere più giovane a esordire nella massima competizione europea per club. Partita eccezionale quella contro i Red Devils macchiata però da un gravissimo errore che causa l’unico gol della gara. A fine partita, arrivano i complimenti di Mou: “È un fenomeno". Sembra l’ascesa di un predestinato. E invece, a sorpresa, il Benfica acquista Vlachodimos. Un arrivo che relega Svilar a vice. Ora Mile gioca perlopiù con la squadra B anche se ha esordito con la Serbia lo scorso 1 settembre (contro il Qatar). Pinto vuole portarlo a Roma. Benché a parametro zero, con il club lusitano si sta parlando: in ballo c’è un premio di valorizzazione.