Pensieri e Parolo

di finconsadmin

(Il Messaggero-S.Carina) Passano i giorni ma le priorità rimangono le stesse: un terzino sinistro, un centrocampista e se Burdisso lascerà la capitale, anche un centrale difensivo. Il mercato deve ancora ufficialmente prendere il via ma le grandi (o piccole) manovre in casa Roma sono già iniziate. Nelle ultime settimane Sabatini – che ieri, dopo aver assistito a Tottenham-Stoke ha incontrato Baldini e incrociato Lamela – ha visionato centinaia di dvd, incontrato decine di procuratori ed effettuato viaggi lampo a Milano o blitz all’estero. Alcuni, come l’ultimo a Londra, sono venuti a conoscenza dei media, altri meno.

 

IL CENTRALE
In difesa tutto ruota attorno a Burdisso. Se l’argentino fa le valigie, a Trigoria arriverà presumibilmente Heitinga dall’Everton (anche lui in scadenza a giugno e facente parte di una rosa ristretta che il d.s. ha in mano). Trovare sistemazione all’ex interista, però, non è facile: restio a lasciare l’Italia (in Inghilterra il West Ham lo prenderebbe volentieri), vuole andare in un club che gli permetta di mettersi in luce in vista dei prossimi mondiali. In serie A, oltre ad un timido sondaggio della Sampdoria, c’è la Fiorentina che appare interessata ma prima deve cedere Roncaglia. Tra l’altro Burdisso non è l’unico candidato per Montella che controlla anche l’evolversi della situazione legata a Vidic. Nome proposto anche a Sabatini che però non è convinto dall’età del calciatore, già 32enne (e dall’ingaggio).

 

L’ESTERNO
Le precarie condizioni fisiche di Balzaretti fanno in modo che attualmente Garcia abbia un solo terzino sinistro in rosa (Dodò). La Roma aveva pensato a D’Ambrosio ma poi la bagarre che si è scatenata sul granata ha indotto Sabatini a fare un passo indietro. Ora le alternative portano soprattutto in Francia: Ghoulam (Saint Etienne) e Corchia (Sochaux) sono i nomi finiti nel taccuino del d.s. che però attende l’evolversi della situazione medica dell’ex rosanero. Al momento non arrivano buone notizie: Balzaretti, nonostante abbia ricominciato a correre, dovrebbe rimanere ai box per l’intero mese di gennaio. Offerto anche Buttner (Manchester United).

 

IN MEZZO AL CAMPO
L’identikit del centrocampista cercato dalla Roma non è un centrale ma perlopiù una mezzala. Alla Nainggolan, se volete, oppure simile a Parolo. Ossia giocatori capaci di interrompere il gioco avversario ma anche dotati di piedi buoni e di capacità d’inserimento in zona-gol. A Trigoria potrebbero fare un’eccezione solamente se il Tottenham liberasse Capoue (in prestito): ipotesi che al momento non decolla. Per questo motivo le prime due candidature sono quelle più ‘calde’. Il centrocampista belga è al centro di un’asta, alimentata da Cellino, e per ora il Milan è in pole. Più abbordabile la pista che porta a Parolo che potrebbe arrivare in comproprietà per 2,5 milioni e il prestito di un giovane. A Sabatini piace da almeno due anni anche Obiang ma sembra più un’operazione destinata (eventualmente) alla prossima estate. Da decifrare la situazione di Bradley: la Premier lo chiama ma Garcia nicchia.

 

ATTACCANTI DEL FUTURO
A gennaio, il capitolo attaccante riguarda perlopiù trovare una sistemazione a Borriello. Per giugno, invece, senza dimenticare mai Pastore, si lavora da tempo sia per Sanabria che per Iturbe (a Londra ci sono stati nuovi contatti con il d.s. Sogliano e il presidente del Verona, Setti). Altro nome accostato ai giallorossi è quello di Finnbogason, capocannoniere dell’Eredivise con l’Herenveen: «A giugno vuole fare il salto di qualità – ha spiegato l’agente – L’interessamento di Milan e Roma? Al momento nessun club ha parlato con l’Heerenveen. Però, con Sabatini, abbiamo discusso di molte cose…».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy