Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Messaggero

Pellegrini e Zaniolo: riscatto per uno

Getty Images

Nicolò in questo momento ha bisogno di ritrovare il passo e la fiducia piena di Mourinho

Redazione

Lorenzo Pellegrini è pronto per il riscatto, Zaniolo dovrà aspettare. E ora ha riferito pure di un problema muscolare che lo tiene lontano dalla Sampdoria (oggi si decide se farà parte della spedizione per Genova, in ogni caso si prospetta un altro turno in panchina).Lorenzo e Nicolò, destini uguali in azzurro, opposti in giallorosso. Uno con Mou ha il posto fisso, l’altro lo ha perso e dovrà riconquistarlo. Capita, scrive Alessandro Angeloni su Il Messaggero. Diciamo che il rapporto Pellegrini-Nazionale non è proprio fortunato: contro la Macedonia, Lorenzo è entrato in campo nei minuti finali e ha avuto pure la palla della vittoria, mentre contro la Turchia è rimasto in panchina, a quanto pare, decisione concordata con il ct, che voleva vedere all’opera altri elementi. Con la Turchia, Zaniolo invece è stato in campo 45 minuti, senza lasciare traccia, incassando pure il rimprovero del ct con quel “deve imparare a giocare con i compagni“. Nel 2026, se l’Italia finalmente tornerà a prender parte a una competizione mondiale, Lorenzo avrà trent’anni, sarà forse la sua ultima occasione, mentre Zaniolo avrà anche il tempo per bissare. Pellegrini sa che la maglia della Roma potrà rigenerarlo, mentre Zaniolo in questo momento ha bisogno di ritrovare il passo e la fiducia piena di Mourinho, che ora ha trovato un equilibrio tattico senza di lui. Mou ha messo in mano le chiavi della squadra a Lorenzo, da subito, da quando a inizio stagione disse se ho tre Pellegrini, li faccio giocare tutti e tre titolari. L’annata del 7 è stata ricca di soddisfazioni, specie all’ inizio, quando nelle prime dieci partite di campionato ha messo a segno cinque gol e due assist, più le due reti contro il Cska in Conference e quella al Trabzonspor. E Zaniolo? È fermo ai due gol in campionato e ai due tra Conference e Coppa Italia. Brucia il derby saltato e la Samp non sembra la sua occasione per la rivincita, ci sarà modo di rivederlo tra le due col Bodo e Salernitana (110 mila spettatori nelle partite dell’Olimpico). L’obiettivo è lo stesso: chiudere la stagione in bellezza.