Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Messaggero

Pellegrini ci mette la faccia e chiede scusa ai tifosi

Getty Images

A fine partita, il capitano della Roma è andato verso il settore ospiti per spiegarsi con i sostenitori giallorossi

Redazione

Lorenzo Pellegrini ci mette la faccia anche se è uno degli ultimi a doversi cospargere il capo di cenere dopo la disfatta della Roma sul campo di Bodo per 6-1: "Non sono preoccupato, ma sono molto arrabbiato. Abbiamo preso una bastonata", ha detto a fine partita. Il capitano è entrato al minuto 60, ma ha potuto far ben poco per cambiare il destino della sua squadra. Ad assistere alla disfatta all'Aspmyra Stadion anche 400 tifosi giallorossi, imbestialiti a fine partita oltre che per il risultato, anche per il comportamento di alcuni elementi della rosa. Il processo è durato circa cinque minuti, durante i quali inizialmente il centrocampista ha provato a lanciare la sua maglia verso il settore ospiti, ma è stata immediatamente rifiutata. "Continuate a tifare a sostenerci", ha gridato l'attaccante. Minuti di fuoco a cui hanno partecipato anche Calafiori, Shomurodov, Carles Perez e Kumbulla.

Come ricorda Gianluca Lengua su Il Messaggero, la Roma è la squadra con più presenze allo stadio in Serie A, ha quasi raggiunto quota 20 mila abbonati e domenica contro il Napoli ci saranno circa 47mila persone. Ha restituito entusiasmo alla piazza dopo i due anni fallimentari targati Fonseca, ma prestazioni come quella di ieri rischiano di smorzare l'effetto Special One. A fine gara l'unico a provare a dare delle spiegazioni sulla debacle è stato proprio Pellegrini: "A volte con i figli devi usare il bastone per lasciargli impresso un insegnamento. La partita? C'è solamente da chiedere scusa e ripartire domani più forti di prima perché ci sono partite importanti che stanno arrivando", le sue parole a Sky. A metterci la faccia ci sarebbe dovuto essere anche Carles Perez, ma all'ultimo istante il suo intervento in conferenza stampa è saltato. Lo spagnolo, che ha segnato il 2-1 riaccendendo le speranze di rimonta, è stato autore di sei gol da quando veste la maglia della Roma e il 50% di questi è arrivato in competizione europee.