Pastore, una serata chic davanti a Totti: “Ora va bene, ho un mister che mi parla…”

Pastore, una serata chic davanti a Totti: “Ora va bene, ho un mister che mi parla…”

L’argentino ringrazia il tecnico che lo lascia libero di inventare e di dare il meglio di sé

di Redazione, @forzaroma

Destino ha voluto che Javier Pastore giocasse la sua migliore prestazione da quando veste la maglia della Roma davanti a Francesco Totti, che a vedere i giallorossi mancava dal 26 maggio, scrive Gianluca Lengua su Il Messaggero.

E chissà se Pastore durante i 90 minuti contro il Milan sapeva che a guardarlo c’era proprio chi ha fatto innamorare la Curva Sud con i suoi gol e tocchi di classe. El Flaco racconta il suo momento chic: “Fonseca ci sta mettendo molto del suo, parla sempre con noi e il gruppo è straordinario. Ci vuole sempre determinati e non ci lascia mai. Questa cosa mancava in passato“.

L’argentino ringrazia il tecnico che lo lascia libero di inventare e di dare il meglio di sé: “Sono riuscito a giocare tre partite di fila in tre giorni. Non ricordo l’ultima volta che lo avevo fatto (dal 23 al 29 settembre 2018 più di 30’contro Bologna, Frosinone e Lazio ndc). Zaniolo? Gli parliamo spesso perché sappiamo quanto lui sia decisivo quando sta bene. Può diventare un campione, è importante che continui così assieme a Dzeko».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy