Parnasi e i fondi per lo stadio: “Usati per i lavori nel suo attico”

Parnasi e i fondi per lo stadio: “Usati per i lavori nel suo attico”

I dipendenti di Eurnova raccontano come il costruttore distraeva i soldi dalla società

di Redazione, @forzaroma

Tra i tanti guai giudiziari di Luca Parnasi, che economicamente non navigava in buone acque, c’è anche quello della distrazione dei fondi, come scrive Valentina Errante su Il Messaggero.

Mentre aveva fretta di chiudere la procedura stadio, cercando anche altri finanziatori, il suo tenore di vita rimaneva inalterato. A parlare del milione di euro prelevato dalla società che avrebbe dovuto costruire lo stadio per ristrutturare lo splendido attico e superattico di piazza don Giovanni Minzoni, opera d’arte realizzata da Clemente Busiri Vici per il gerarca Adelchi Serena, sono gli stessi dipendenti di Parnasi. Mentre è il gip a sottolineare il ruolo degli impiegati degli istituti di credito.

Dalle carte emerge anche il pressing indiretto di Luca Parnasi per la chiusura della Conferenza dei servizi, sulla dirigente regionale, Manuela Manetti, che presiedeva la Conferenza. Il 24 novembre 2017, sono state registrate conversazioni che, scrivono i carabinieri, “denotano la posizione di favore dell’assessore (regionale ndr) Michele Civita nei confronti della società Eurnova e quindi del progetto stadio”. Proprio in quel giorno Luca Caporilli, collaboratore di Parnasi, invoca l’aiuto di Mauro Baldissoni, dg della Roma, per sollecitare Manuela Manetti, a capo della direzione regionale Urbanistica e Mobilità. Caporilli sostiene che, benché Manetti “avesse ricevuto indicazioni dall’assere regionale Michele Civita di chiudere la questione, è tornata su e ha continuato a leggere le prescrizioni e adesso addirittura sta sentendo anche gli ambientalisti”.

Tra le prescrizioni la più temuta è quella del ponte sul Tevere e sulla viabilità in generale, infrastrutture che, se fossero state giudicate necessarie, avrebbero ritardato il progetto. Il 5 dicembre, durante una seduta della Conferenza, un manager di Eurnova evidenzia la possibilità che la Conferenza dei servizi possa essere rinviata, ma Baldissoni lo tranquillizza, ha “appreso da Civita che questi avrebbe intimato alla Manetti di concludere a qualsiasi costo la Conferenza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy