Pallotta: «Il mercato in Europa proprio non mi piace»

Il presidente della Roma ha parlato del modo di gestire il mercato è più in generale le società calcistiche in Europa

di Redazione, @forzaroma

Le plusvalenze come una miniera d’oro, questo il calcio secondo James Pallotta; come riporta l’edizione odierna de “Il Messaggero“, infatti, Pallotta ha una visione moderna del modo di gestire il mercato: “Il calciomercato può determinare il successo o il fallimento della società, può affossare la squadra perché puoi comprare o vendere un calciatore ottenendo un utile o generando perdite. È importante ottenere dati sui giocatori, ma in questo il calcio europeo è molto in ritardo rispetto a quello che è stato fatto negli USA. In Europa è ancora tutto vecchio stile, si ci affida al lavoro degli agenti”. Una visione che non può combaciare col modo di lavorare di Sabatini. Poi sullo stadio nuovo: “Ci serve per competere a un livello superiore e il tutto verrà completamente finanziato da privati“. Infine una battuta sui media romani: “La pressione della stampa è maggiore rispetto a qualsiasi altro posto che ho visto“.

(G.Lengua)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy