Olimpico, multe per 45 tifosi «Occupavano le vie di fuga»

I tifosi si sarebbero rifiutati di allontanarsi dalle vie di fuga, nonostante l’invito degli steward. Da qui la contravvenzione

di Redazione, @forzaroma

Sono 45 i tifosi identificati e multati nelle prime quattro gare con le nuove tecnologie disponibili allo stadio Olimpico. Multe che vanno da 100 a 500 euro.

Ieri in questura tavolo tecnico presieduto dal questore Nicolò D’Angelo per definire le misure di sicurezza in vista della ripresa del campionato. Tutto pronto per domani, quando alle 15 la Roma scenderà in campo contro la Sampdoria. I 45 tifosi contravvenzionati fino ad ora per aver violato il “regolamento d’uso”, appartengono alle tifoserie di Roma, Lazio, Juventus e Udinese. Durante le gare i supporters sanzionati, come scrive Morena Izzo su Il Messaggero, avevano occupato gli spazi riservati alle vie di fuga e all’intervento dei soccorsi. E questo ha determinato una situazione di pericolo per l’incolumità, non solo degli spettatori, ma anche per l’eventuale intervento di personale di sicurezza o di soccorso. I tifosi si sarebbero rifiutati di allontanarsi dalle vie di fuga, nonostante l’invito degli steward. Da qui la contravvenzione.

Nell’ambito del Gos, il gruppo operativo per la sicurezza, una sorta di succursale della sala operativa della questura dentro lo stadio Olimpico, è attivo in maniera permanente uno sportello dedicato alle relazioni con i tifosi, che consente anche di presentare tramite il supporter liason officer, progetti di coreografia e tifo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy