Nela messo alla porta

Nela messo alla porta

La Roma non rinnova il contratto a Sebino: non è più il responsabile del “femminile”

di Redazione, @forzaroma

Le strade di Sebino Nela e della Roma si dividono ancora una volta: la società per una riorganizzazione aziendale ha deciso di non rinnovare il contratto all’ex terzino del secondo Scudetto.

Una decisione che era nell’aria da circa due mesi, scrive Gianluca Lengua  su Il Messaggero, e che Sebino sperava potesse rientrare,ma così non è andata ed è stato costretto a dire addio alla Roma per la seconda volta nella sua vita dopo quella da calciatore nel 1992.

Nela faceva parte del club dal 2016 e nelleultime due stagioni aveva ricoperto il ruolo di dirigente al seguito della prima squadra della Roma Femminile, un progetto su cui il presidente James Pallotta e il vicepresidente Mauro Baldissoni hanno investito forze ed energie.

L’avventura delle ragazze di Elisabetta Bavagnoli è cominciata nel 2018 con tanto di presentazione assieme alla prima squadra maschile sulla scalinata di piazza di Spagna, un vero fiore all’occhiello della società. E il merito di questa riuscita è stato anche di Sebino Nela che da quando fa parte della Roma di Pallotta ha sempre svolto con il massimo delle energie i suoi incarichi, tra cui quello iniziale di Supporter Liaison Officer (SLO), il dirigente che agevola la comunicazione tra società e tifosi. Sebino era ben voluto sia dagli ultras che dai responsabili dei Roma club, è sempre riuscito a mediare trovando soluzioni che potessero accontentare entrambe le parti.

Va via un ex giocatore innamorato della maglia, diventato poi dirigente della Roma contribuendo a rafforzare l’identità del club. Identità che con il suo addio è in parte perduta. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy