Napoli-Roma international

A decidere la partita sarà con ogni probabilità uno straniero, scenario impensabile fino a 30 anni fa

di Redazione, @forzaroma

Il Derby del Sud di una volta non esiste più, così come le masse di romanisti e napoletani che viaggiavano sull’Autosole da Roma a Napoli e viceversa. Altri tempi. Oggi il Derby del Sud si è trasformato nel Derby del Mondo, visto che tra Roma e Napoli ci sono calciatori addirittura di 20 Paesi. Qualcosa di impensabile il 19 ottobre del 1980, giorno del primo Napoli-Roma (4-0) dopo la riapertura delle frontiere: venti italiani in campo e due stranieri, l’olandese Krol in maglia azzurra e Paulo Roberto Falcao con quella giallorossa. Domani gli italiani in campo dovrebbero essere al massimo tre: De Rossi e Florenzi da un lato e Gabbiadini dall’altro. Nulla di inedito, per carità, ma  l’invasione straniera anche nel calcio fa sempre uno strano effetto. Al di là di tutto, il Paese più rappresentato è l’Italia con 10 calciatori, guidato anagraficamente da Totti e chiuso da El Shaarawy. Poi c’è il Brasile, con 8 elementi, cinque della Roma e tre del Napoli. Quindi l’Argentina, con 4 romanisti e, a sorpresa, la Polonia con tre partenopei e un romanista. Folta anche la colonia africana. Presenti un solo francese, Koulibaly e un tedesco, Ruediger. Il Belgio vanta due uomini a Roma e uno a Napoli; a quota 2 c’è la Romania insieme alla Croazia. Tre gli spagnoli, nessun inglese. Mentre un portoghese, Mario Rui, rappresenta la nazionale campione d’Europa. Tra i presidenti, invece, un romano, De Laurentiis, e un americano, il presidente giallorosso Pallotta. Italianissimi e toscani i due allenatori, Spalletti e Sarri. Da un lato 375 panchine nella massima serie; dall’altra soltanto 83. Eppure sono coetanei, ma i loro percorsi professionali sono stati molto diversi. Lucio ha vinto 170 partite, Maurizio 37, ma entrambi non si accontentano. Domani ci si gioca la possibilità di diventare l’anti-Juve. Facile scommettere che a decidere la partita non sarà un italiano.

(M. Ferretti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy